A Bisceglie Torre Calderina il progetto “Respiriamo Mare”: giardini verticali per istituti penitenziari

0
306

Lo chef artigiano Antonio Di Nunno curerà la cena con un menu sostenibile a chilometro zero a base di pesce, per respirare ma anche gustare mare. I vini che accompagneranno il menu saranno quelli della cantina di vitigni che risentono degli influssi marini dello Ionio, delle cantine salentine Michele Calò.

L’INIZIATIVA “RESPIRIAMO MARE” HA FINALITÀ SOCIALI: PARTE DEL RICAVATO DELLA CENA SARA’ INFATTI UTILIZZATA PER DONARE GIARDINI VERTICALI AD ISTITUTI PENITENZIARI.

L’evento si propone di sottolineare l’importanza dell’inclusione sociale di chi partecipa al percorso formativo di Made in Carcere e sarà anche occasione per parlare della seconda opportunità di “respirare mare” per queste donne e del rispetto dell’uomo e della natura, del concetto dell’essere umano all’interno del suo habitat, non già come prevaricatore ma come parte del tutto, di un ecosistema.

   La serata inizia con un aperitivo in riva al mare nell’area ristoro del Buen Vivir al tramonto con un gioco culturale a cura delle ragazze della Luiss di Roma che collaborano al progetto Made in Carcere. Il gioco ha lo scopo di suggerire un approccio a tematiche sociali e ambientali importanti in un modo diverso, sensibilizzando e coinvolgendo gli ospiti della cena con levità. Il momento ludico si protrarrà nello spazio tra l’aperitivo e la cena. In premio per i vincitori dei cadeau firmati Made in Carcere e Oasi naturale Torre Calderina.

Un unico filo conduttore dunque, il mare e la sua idea di libertà. Sarà presentata infatti una video-installazione di Made in Carcere, il marchio di manufatti creati da donne detenute, proprio sul loro reinserimento lavorativo e civile nella società, per diffondere la filosofia della “seconda chance” per le donne recluse e della “doppia vita” per tessuti e oggetti. Sarà inoltre illustrato al pubblico il progetto di sviluppo sostenibile dell’Oasi naturale Torre Calderina, una sfida divenuta realtà grazie a menti illuminate e tenaci.  Un messaggio di concretezza e solidarietà, ma anche di liberà e rispetto per l’ambiente.

L’evento è a cura di Nicola Pertuso e Anna Tannoia dell’Oasi naturale Torre Calderina, di Luciana delle Donne di Made in Carcere, di Francesca de Leonardis, organizzatrice di eventi enogastronomici, e dello chef Antonio Di Nunno. “Respiriamo mare” è in collaborazione con Made in Carcere che produce manufatti diversa(mente) utili: borse, accessori originali e tutti colorati, prodotti “utili e futili”, confezionati da donne ai margini della società, 20 detenute alle quali viene offerto un percorso formativo con lo scopo di un definitivo reinserimento nella società lavorativa e civile.

Respiriamo mare, per info e prenotazioni: 080 3384569.      

Oasi Naturale Torre Calderina

SS 16 km 771,500 Molfetta (BA)-Italia-Puglia

Info 080 3384569 // villaggiolidonettuno.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here