Trani, presentazione libro “Castel del Monte. Manuale storico di sopravvivenza”

0
210

Castel del Monte è una delle più conosciute e discusse opere dell’architettura federiciana, ma ha  subito un processo di rielaborazione mitica, analogo a quello che si è sviluppato intorno alla figura del suo committente Federico II.

Esiste dunque un altro Castel del Monte, il “non castello” del mito che si è imposto nell’immaginario diffuso, ora identificato con un osservatorio astronomico, ora con un tempio iniziatico, o, addirittura, con un hammam.

Il volume di Massimiliano Ambruoso risponde all’urgenza di operare una più rigorosa storicizzazione del monumento federiciano: cos’è davvero Castel del Monte?

Il libro sottopone a un’attenta disamina le ipotesi “alternative” evidenziandone i problemi metodologici, il ricorso a fonti “di seconda mano” (invece che ai pur disponibili documenti medievali), le ricostruzioni storiche imprecise, le citazioni arbitrarie: si offre così un’opportuna contestualizzazione del mito e dei miti alla base di queste teorie, evidentemente legati a un’idea “romantica” e stereotipata di Medioevo.

Alla pars destruens fa da contrappunto una ricostruzione filologicamente puntuale che restituisce a Castel del Monte la fisionomia di castrum federiciano: un vero e proprio castello, dunque, in grado di esercitare le diverse funzioni per le quali è stato edificato, da quelle strategico-militari, a quelle politiche, residenziali, di rappresentanza, di propaganda, e persino simboliche.

Castel del Monte. Manuale storico di sopravvivenza, indagando sul mito con gli strumenti dello storico, si presenta come un manuale di resistenza contro le deformazioni antistoriche dei ricercatori improvvisati e dei cacciatori di scoop – oltre che come un tassello importante nel percorso di ricerca condotto sul celebre monumento federiciano.

Il volume è arricchito da un’Appendice di Anna Castriota dal titolo “Il Manoscritto numero 408 o Codice Voynich: tra verità e mito” e da una prefazione di Franco Cardini.

L’autore:

Massimiliano Ambruoso è stato responsabile di un gruppo di ricerca storica sul castello federiciano, collegato all’attività della cattedra di Storia medievale della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bari. È autore di diversi saggi sulla storia dei castelli pugliesi di età sveva: in particolare ha pubblicato Castel del Monte: un tempio “virtuale”, in Castel del Monte e il sistema castellare nella Puglia di Federico II (2001); Castel del Monte tra astronomia ed esoterismo, in Castel del Monte. Un castello medievale (2002); Castel del Monte: stereotipi e dati storici, in Raffaele Licinio, Castelli medievali. Puglia e Basilicata dai Normanni a Federico II e Carlo I d’Angiò(2010).

INFO: 3297359024 info@mediterraneatrani.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here