Canosa di Puglia, successo per la 131^ Fiera di Costantinopoli: 44 aziende agricole

0
316

La manifestazione è stata organizzata da “Caffè Le Mura” e dall’azienda “Fiaca” di Canosa, con il patrocinio del Comune di Canosa e la collaborazione delle associazioni “Canosa futura”, “Carabinieri in pensione”, “Dromos srl”, “Oer”, e “Polisportiva popolare”.

Nella suggestiva cornice della zona di Costantinopoli – ha dichiarato l’assessore all’Agricoltura, Leonardo Piscitelli -, si è svolta la manifestazione fieristica più antica della Città. Sono stati allestiti stand che esponevano oggetti e manufatti dell’artigianato locale, prodotti tipici della cucina canosina, e sono stati realizzati vari spettacoli in grado di intrattenere grandi e piccini, offrendo la possibilità ai visitatori di scoprire culture ed etnie diverse. Sono state tre le aziende di trattori agricoli che hanno esposto le loro macchine: la New Holland (Fiat), Same e Carraro. Inoltre sono stati allestiti prodotti dolciari, vino, taralli, conserve e prodotti artigianali, come bigiotteria e oggettistica di vario genere. Non sono mancati i cavalli che tra i vari stand hanno esaltato la nostra tradizione contadina. Tutto questo è stato realizzatoper non lasciar morire una manifestazione che è stata il fondamento dell’economia cittadina di Canosa. Sono stati assegnati anche tre premi alle aziende che hanno sottoposto il loro olio ad una degustazione che è stata valutata da una giuria di esperti, guidata da Panel Nicola Perrucci.

La targa del primo premio è stata assegnata all’azienda agricola “Raffaele Caporale e famiglia”. Una medaglia è stata invece consegnata alla seconda azienda classificata, di “Giovanni Caracciolo” e una alla terza, di “Raffaele Caporale e famiglia”.

La fiera di Costantinopoli è tra gli avvenimenti economici – ha concluso il sindaco Ernesto La Salviaculturali e folcloristici più antichi della nostra città. Grazie alla collaborazione ed all’impegno di varie figure private e istituzionali è stato possibile riorganizzare un evento che si stava perdendo nell’oblio dei tempi e che invece è stata apprezzata da molti concittadini e visitatori”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here