Bisceglie, mostra “A carte scoperte 2.0”: affrontare la piaga del gioco d’azzardo

0
223

Il lavoro, organizzato da tutta la collettività, è la logica conclusione dell’attività di pastorale sociale di tutto l’anno iniziata col convegno pubblico “A CARTE SCOPERTE” tenutosi nel novembre scorso, col quale si è avviato lo studio del problema; con la mostra si vogliono offrire anche informazioni utili per affrontarlo.

Alla mostra è affiancata una rappresentazione teatrale a tema “Bèlle bèlle a scecuò” (Piano piano a giocare): traendo spunto da casi di cronaca quotidiana, si racconta di una deriva pericolosa in cui può essere catapultata una modesta famiglia.

A latere dello spettacolo, sarà presentata la testimonianza di chi dalla ludopatia è riuscito a “tirarsi fuori”: con queste tre iniziative, che vedono attivi in prima persona tutti i gruppi presenti in parrocchia, si vuol sottolineare come questa nuova forma di “dipendenza” si presenti in forme subdole e difficili da identificare; al contempo, attraverso una serie di sperimentazioni dal vivo (per chi visita la mostra), si vuol far prendere consapevolezza dei rischi di certi gesti che appaiono, a volte, innocui.

L’attuale crisi economica con la conseguente mancanza di occupazione, soprattutto giovanile, porta sempre più persone a sperare di risolvere i problemi con l’aiuto della “dea bendata”. I casi di ludopatia si riscontrano in individui insospettabili: casalinghe, padri di famiglia ma anche giovanissimi. E le conseguenze sulle relazioni familiari sono spesso devastanti.

Una serie di indicazioni ed indirizzi utili per affrontare quanti si trovino nella difficoltà derivante da questa dipendenza è la logica conclusione di tutto il percorso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here