Barletta, convenzione Acli-Ant: incontro “Serenamente al sole”, prevenzione del melanoma

0
575

La Fondazione ANT si occupa di assistenza oncologica domiciliare gratuita ai sofferenti di tumore, attraverso l’opera di medici, psicologi e infermieri professionali. Attua progetti di prevenzione sul territorio, oltre ad essere impegnata nella formazione e nella ricerca. La firma della convenzione sia a livello nazionale che locale per la città di Barletta con ACLI, che opera nell’ambito della promozione sociale, solidale e democratica, è nata dalla necessità di ANT di garantire ai propri assistiti e alle loro famiglie una migliore qualità di vita anche nell’ambito degli adempimenti legali, della previdenza, dell’assistenza socio-sanitaria e della fiscalità.

Domanda alla Sig.ra Rosa Triggiani Delegata ANT Regione Puglia: mi parli un po’ dell’ANT, com’è nata e di cosa si occupa.

Risposta: l’ANT è nata nel 1978 per iniziativa del professor Franco Pannuti, Primario della Divisione di Oncologia presso l’ospedale Malpighi di Bologna. Il credo dell’ANT sin dall’inizio è l’EUBIOSIA, dall’antico greco Buona Vita, intesa come l’insieme delle qualità che conferiscono dignità alla vita, dal primo all’ultimo respiro. L’assistenza oncologica domiciliare gratuita ai sofferenti di tumore in fase avanzata è l’obiettivo principale della Fondazione ANT, assistendo il sofferente con amore presso il suo domicilio insieme alla sua famiglia. Dal 1985 ad oggi l’ANT ha assistito circa 100.000 sofferenti nei 20 ODO (Ospedale Domiciliare Oncologico)presenti in tutta Italia. Un aspetto degno di nota della fondazione ANT è che una parte importante delle attività viene svolta da volontari, circa 1600 iscritti al registro nazionale del volontariato. I sofferenti sono assistititi 24 ore su 24 entro i limiti delle risorse disponibili. Personalmente ho apprezzato moltissimo la convenzione appena stipulata che allarga il servizio ai nostri assistiti e alle loro famiglie sostenedoli in momenti di particolare difficoltà.

Domanda al Delegato ANT di Barletta, Dott. Gaetano Paolillo: Com’è possibile la gratuità del servizio di cui ci ha parlato la Sig.ra Triggiani.

Risposta: L’attività della fondazione ANT è resa possibile grazie alle libere donazioni ed erogazioni di privati cittadini, enti pubblici, banche etc., e grazie ai proventi delle attività promozionali sia a livello nazionale , che locale (Pasqua , Ciclamini e Natale). La Delegazione Ant di Barletta inoltre, organizza sul territorio diverse manifestazioni che sono occasione di raccolta fondi. La Sede ANT di Barletta, sita in via Achille Bruni, 28 accoglie i familiari dei sofferenti che vogliano fare richiesta della nostra assistenza e tutti coloro i quali vogliano proporsi come volontari per dedicare anche poche ore a sostenere il nostro “Progetto Eubiosia”. Come già diceva la Sig.ra Triggiani, siamo orgogliosi di poter ampliare l’offerta ai nostri assistiti con la convenzione stipulata.

“Siamo ben lieti di dare attuazione alla convenzione stipulata con l’ANT nell’ottica di rendere i servizi offerti dalle ACLI sempre più attenti e vicini a chi ha bisogno. L’occasione è propizia anche alla luce dell’inaugurazione della nuova sede del Circolo Acli “Ciccio Sfrecola” di Barletta in via R. Coletta 24, che darà avvio ad un rinnovato ed unitario percorso associativo”, precisa il Presidente del Circolo Acli “Ciccio Sfrecola”, Francesco De Martino.

Fonte: comunicato stampa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here