Barletta, concluso 24° Concorso Internazionale Giovani Musicisti: emozionanti suoni da tutto il mondo

0
1706

Record assoluto di presenze straniere anche quest’anno per questo Concorso Internazionale, che negli anni è andato sempre più affermando la sua unicità sia nell’ambito della Regione Puglia, è l’unico Concorso Internazionale a potersi definire tale, sia in tutt’Italia, visto l’alto numero di partecipanti che ogni anno è in continua crescita.

Diverse le Giurie che nei vari giorni, per le diverse Sezioni e per le varie Categorie, si sono alternate e che hanno potuto apprezzare l’altissimo livello di tutti i partecipanti che annualmente, sostenendo viaggi lunghissimi e accompagnati dai loro maestri e dai loro parenti, puntano la loro attenzione sul Concorso Musicale Internazionale “Città di Barletta” e sulla nostra città , visitando le nostre bellezze artistiche, godendo del nostro cibo, arricchendo la città della loro presenza e rendendo Barletta, centro di incontro di etnie diverse, e luogo di convergenza di scuole musicali diverse a conferma dell’importanza che il Concorso “Città di Barletta” riveste in campo internazionale.

Per due intere settimane, a Barletta si respira un’aria quasi metropolitana, che sia coniuga perfettamente con l’accoglienza tipica della nostra popolazione, che pur non sapendo esprimersi in inglese , riesce a farsi coinvolgere dalla simpatia e dalla allegria che i vari gruppi di differenti etnie espandono per tutta la città .

Altissimo è stato anche quest’anno il livello dei partecipanti provenienti da ben 53 nazioni diverse che in questi lunghi e intensi giorni di audizioni sono stati ascoltati da Commissioni formate da musicisti di altissimo prestigio e qualità che hanno vissuto momenti di grande intensità emotiva e partecipazione a questo Festival mondiale della Musica, organizzato dall’Associazione Cultura e Musica “G. Curci” di Barletta, in collaborazione e con il Patrocinio del Comune di Barletta, della Provincia di Barletta – Andria -Trani, della Regione Puglia e del Ministero per i Beni Culturali – Dipartimento dello Spettacolo . Tantissimi i premi assegnati e tantissimi gli applausi per tutti i giovani musicisti che si sono esibiti, a conferma dell’altissimo livello riscontrato dalle varie Giurie nelle varie Sezioni e Strumenti. Brillante affermazione per la scuola musicale, Polacca , Russa, Uzbeka, Cinese, Taiwanese, Bulgara, Russa e italiana.

Nei due ‘Galà Concerto’ si sono esibiti i vincitori dei Primi Premi Assoluti, musicisti di ogni età , provenienti da tutto il mondo, alle prese con brani originali e virtuosistici , che si sono misurati in un entusiasmante confronto internazionale.

Uno spettacolare confronto di giovani musicisti (più di 350) provenienti oltre che da tutte le regioni d’Italia, Moldavia, Serbia, Portogallo, Polonia, Estonia, Malta, Croazia, Svizzera , Georgia, Uzbekistan, Svezia, Lettonia, Hong Kong, Danimarca, Armenia, Kazakistan, Giappone, Spagna, Romania, Malesia, Azerbaijan, Repubblica di Singapore, Norvegia, Albania, Russia, Repubblica Ceca, Grecia, Austria, Taiwan, Belgio, Canada, Bosnia e Erzegovina, Corea del Sud, Olanda, Ungheria, Macedonia, Germania, Iran, Regno Unito, Cina, Kosovo, Ucraina, Kirghizistan, Francia, Montenegro, Bulgaria, Finlandia, Turchia, Vietnam, Slovenia, Bielorussia, Israele e Lituania che, dal 28 aprile al 4 maggio , hanno animato la città con audizioni e concerti .

Arduo il compito di valutare questi magnifici artisti, svolto in modo puntuale dalle prestigiose giurie che si sono avvicendate durante i numerosi giorni del Concorso, giurie formate da concertisti e docenti di chiara fama come Umberto Cafagna, Vittorio Cerasa, Francesco Diodovich, Francesco Di Puppo, Cosimo Larocca, Elia Ranieri , Carmine Rizzi, Takuina Adami, Mariano Antonio Fiorella e Francesco Monopoli, Direttore Artistico dei Concorsi Musicali Internazionali, che hanno saputo apprezzare l’alto livello e la passione per la musica che sia i musicisti partecipanti al concorso che i loro maestri continuamente dimostrano durante tutto lo svolgimento del concorso.

Oltre 2500 persone, fra musicisti e accompagnatori, provenienti da posti così lontani e diversi, che hanno visitato fra aprile e maggio la nostra città e la nostra regione, in un intenso rapporto di scambi culturali che ogni volta vanno sempre più arricchendosi e collocano Barletta e la nostra Regione ‘ terra di Arte e di Cultura , di accoglienza e di dialogo, crocevia di scambi e frontiera aperta’, realizzando quel concreto processo di pace e di interazione con le varie e diverse culture del mondo che difficilmente si riesce a creare in altri momenti.

L’iniziativa dell’Associazione Cultura e Musica “G. Curci” che ormai da oltre 30 anni continua a fare musica, si colloca infatti nel più ampio panorama di attività interculturali, di dialogo e di cooperazione, promosse dalla Regione Puglia e dagli attori territoriali, e offre a questo variegato contesto complessivo uno straordinario valore aggiunto, che colloca la città e i suoi protagonisti musicali e culturali in prima fila tra i soggetti che guardano costruttivamente a un futuro di integrazione e che individuano nel messaggio culturale il principale strumento di relazione tra i popoli, di integrazione e convivialità tra diversi, e di civiltà.

Infatti dal 28 aprile al 4 maggio, Barletta ha vissuto di musica, con audizioni e concerti che si sono svolti, senza soluzione di continuità, nel ridotto del Teatro Comunale Curci .

Tantissimi sono stati poi i Primi Premi assoluti assegnati nelle varie Sezioni e Categorie a questi giovanissimi talenti dei quali sentiremo sicuramente parlare.

Per la sezione chitarra, fiati, archi e Musica da Camera, brillante affermazione per la scuola musicale, Italiana, Polacca e Coreana con i Primi Premi Assoluti e i Primi Premi assegnati ai chitarristi Matteo Cisternino e Corriero Chiara, ai flautisti Jeong Hyeran, Kumata Kio, Glowacka Weronika, ai sassofonisti David Tursumatov, Timur Bayhukhamedov e al sassofonista Michele D’Auria, vincitore anche del Premio dedicato al maestro Claudio Ceschini, ai trombettisti Vittoria Aresta e Alessandro Fumarola, ai violinisti Alexander Cerisha, Salutari Andrea, Iusufkhanov Bogdan, Erio Daja, Polina Groshikowa, Nini Janela, Olivia Danielewicz, Kristine Harutyunyan, Hanna Chilinska, Urmina Majstorovic, Karoline Wocher, Paulina Marcisz, Natalia Szmydt, Michal Swiatkowski, Katarzina Tracz, Marta Piecka, il Duo Maria Kownacka – Jacek Piotr Kowalski, il Duo Bogdan Iusufkanov – Polina Groshikova, il Duo Tomasz Sowa – Agnieszka Kopec, il Duo Szymon Telecki – Pawel Pawlik e l’Ensemble di clarinetti Corda Miroslav, Mircovic Andrija, Stojadinovic Aleksa e Diordje Jovanovic e tanti altri ancora che, nonostante la loro giovanissima età hanno strabiliato tutti per la loro musicalità ed intensità espressiva propria di grandi artisti già affermati. Tantissimi applausi per tutti e la speranza di risentirli nuovamente nella nostra città, magari in un concerto.

Anche per la Sezione pianoforte, abbiamo assistito a vere rivelazioni artistiche, con la affermazione della Scuola Cinese, Russa, Bulgara, Uzbeka, Polacca . E così alla giovanissima pianista Qi Lin , proveniente da Pechino, di soli 5 anni è andato il “Premio Mozart”, alla Pianista Li Jiayou, proveniente da Shianghai, che ha affascinato tutti con la sua intensa musicalità, è andato il Primo Premio Assoluto con punti 99/100,per la Categoria Junior, alle russe Gubareva Kristina e Zvaereva Arina è andato il Primo Premio Assoluto ex aequo , per la categoria B, a Maria Kownacka , alla pianista turca, Ege Emlek, alla Bulgara Maria Desislava Stoycheva, alla uzbeka Kamila Sultanova è andato invece il Premio Scuole Nazionali, per l’esecuzione di brani di autori del loro paese di provenienza; 2 poi i Primi Premi Assoluti per la Categoria C , assegnati all’italiano Francesco Serra e al pianista Uzbeko Bakhodirov Shamsiddinkhon, all’italiana Francesca Villani è stato assegnato il Premio Speciale “Bach”, Primo Premio Assoluto per la pianista Bao Yilin, con punti 99/100, per la Categoria E, Primo Premio Assoluto, con punti 99/100, al pianista montenegrino Tomicic Darko per la categoria D, alla pianista lituana Gabriela Kovaliova è andato il Premio Speciale “Sonata Classica”, alla pianista turca Gunes Kepekci e alla piccola pianista cinese /inglese Ruffle Eliza I Chang è andato invece il Premio “Musica Contemporanea”, all’Italiano Simone Losappio, il “Premio Virtuosità”, mentre alla pianista Maria Hamalainen, proveniente dalla Finladia, che si è esibita in una memorabile esecuzione della Terza Ballata di Chopin, è andato il Premio “Musica Romantica” , la Direzione Artistica ha poi assegnato due Premi Speciali alla polacca Laura Zybura e al pianista taiwanese Huang Yun Hsiang, vincitori del Primo Premio per la categoria F.. Ha concluso il Gala Concerto il pianista taiwanese, proveniente da Kaohsiung, Yu Fan, vincitore del Primo Premio Assoluto nella categoria G e vincitore anche del Premio Speciale Pianistico “Città di Barletta” , un concerto da tenersi nel 2015, nell’ambito dell’Autunno Musicale della 31.ma Stagione Concertistica , dell’Associazione Cultura e Musica “G. Curci. Molti dei premi sono stati offerti dalla Fondazione Megamark onlus , a sottolineare il connubio intenso che esiste ormai da tanti anni tra cultura e attività imprenditoriale locale. Tutti hanno affrontato le loro esibizioni con un virtuosismo ed un sentimento che hanno sicuramente lasciato un segno in questa Edizione del Concorso e nella mente del numerosissimo pubblico che ha fruito di queste esibizioni.

Appuntamento il 6 maggio con il 17° Concorso Internazionale di Esecuzione Pianistica “Premio Mauro Paolo Monopoli” che si svolgerà interamente presso il Teatro Comunale Curci , in varie prove, con la presenza di una prestigiosa Giuria Internazionale e la presenza di concorrenti provenienti da tutto il mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here