Canosa di Puglia, inaugurata la mostra fotografica “I volti della Desolata”

0
453

Al taglio del nastro augurale, alla presenza di un folto pubblico, sono intervenute le autorità civili e religiose, tra le quali il sindaco di Canosa Ernesto La Salvia, l’assessore alla cultura Sabino Facciolongo, l’assessore allo sport Sabino D’Aulisa, il parroco della Chiesa di San Francesco e S. Biagio don Raffaele Biancolillo che hanno visitato la mostra accompagnati dalla direttrice del giornale “La Terra del Sole” Claudia Vitrani e da Michela Catano, organizzatrici della manifestazione, e dal reporter barlettano Ignazio Montenegro, presente con le sue opere di notevole valore artistico e storico, frutto della sua esperienza professionale da oltre trent’anni nel mondo della fotografia e degli eventi religiosi di richiamo.

La mostra fotografica “I Volti della Desolata” si “ iscrive a pieno titolo tra gli eventi religiosi della Settimana Santa più importanti in Puglia, da Taranto a Lecce, da Bari a Molfetta, Trani, Barletta e nella Daunia. Una grande tradizione che incide fortemente nell’animo e nella cultura dei canosini”, come ha dichiarato nella recensione di presentazione Mario Colonna, già direttore dell’Accademia di Belle Arti di Bari.

Per la prima volta a Canosa di Puglia “Città d’Arte e di Cultura” sono esposte alcune foto, vincitrici al concorso internazionale di Fotografia “La Settimana Santa in Puglia, i luoghi della Passione”, organizzato dall’Associazione Culturale Opera di Molfetta(BA) che nella giuria di esperti, annoverava nomi importanti della fotografia contemporanea, tra i quali il famoso Gianni Berengo Gardin, La fotografia in tutte le sue forme espressive, racchiude e traspone in immagini le suggestioni intense e potenti che i riti processionali della settimana santa sono in grado di provocare e trasmettere.In particolare, quelle del primo classificato Michele Sorrentino di Napoli che ha realizzato un reportage fotografico sulle donne in nero del Coro della Desolata, un’ampio e lungo drappo nero umano, di forte impatto emotivo e in piena coerenza con il tema proposto,cheevidenziano il pieno coinvolgimento dei partecipanti al rito tra i più seguiti nel Sud Italia.

L’esposizione delle opere fotografiche, corredate dalle ricerche storiche sui riti della Settimana Santa a Canosa di Puglia(BT), effettuate con dovizia di particolari dalla direttrice della “La Terra del Sole” Claudia Vitrani e Michela Catano, durerà fino al 19 aprile 2014, dalle ore 17,30 sino alle ore 20,00, mentre nella giornata del sabato santo in concomitanza dello svolgimento della Processione della Desolata, saranno osservati i seguenti orari dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e nel pomeriggio dalle ore 17,30 sino alle ore 20,00. Sono in programma anche visite guidate dalle ore 9,00 alle ore 13,00, riservate ai gruppi scolastici e ai turisti, previa prenotazione alla redazione del giornale, ubicata in piazza Martiri XXIII Maggio nr. 5, sede della mostra di fronte al Palazzo di Città. Come da tradizione consolidata nell’ambito delle manifestazioni promosse dal giornale “La Terra del Sole” anche per questa, sostiene una significativa campagna di sensibilizzazione “Uova della Solidarietà” per raccogliere fondi a favore dell’ANT (Associazione Nazionale Tumori), impegnata nell’attività di assistenza domiciliare gratuita con operatori socio-sanitari che quotidianamente forniscono le cure necessarie ai malati di tumore e alle loro famiglie nel proprio ambiente domestico.

Solidarietà con la testimonial Miss Sorriso 2013 Teresa Renna, in un contesto fotografico dedicato a “I Volti della Desolata”, alla processione che chiude i riti della settimana santa canosina, la più suggestiva e particolarmente sentita. Negli ultimi anni è diventato l’evento più osservato e studiato attraverso ricerche, film, fotografie a colori e in bianco-nero, che documentano il passato, la tradizione, la continuità in un intreccio di religione e culto, fotografia e costume, forme di arte e devozione ancora intatte nella loro fisionomia che arricchiscono il patrimonio storico-culturale di Canosa, sotto la lente di professionisti di spessore, come Michele Sorrentino e Ignazio Montenegro, di reporter, free lance sempre più numerosi e interessati agli eventi della settimana santa canosina, al centro delle attenzioni mediatiche e dei social network, potenti mezzi di comunicazione, efficaci per promuovere il turismo e le attrattive del territorio e la bravura degli artisti.

Bartolo Carbone

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here