Minervino Murge, l’azienda “Tor de’ falchi” sul podio al Vinitaly International Packaging Competition

0
768

Il nuovo attestato di stima per l’azienda vitivinicola, arriva, in anteprima, direttamente dalla fiera di Verona, dove il 14 marzo scorso, nell’ambito del salone internazionale del vino e dei distillati Vinitaly, si è svolto il 18° Concorso Internazionale Packaging.

“Tor de’ falchi” è stata l’unica realtà pugliese a salire sul podio dell’innovazione nel marketing enologico, risultando, tra ben 160 etichette in concorso, seconda per la categoria “vini rosati tranquilli a denominazione d’origine e a indicazione geografica”. Qualità, efficacia, creatività e innovazione, i criteri di giudizio della giuria tecnica di Vinitaly, che ha attribuito l’ “etichetta d’argento” al vino Castel del Monte Bombino Nero “Suprematism” DOCG 2012.

Il prof. Donato Di Gaetano, fondatore dell’azienda vitivinicola, fa sapere che il premio è in verità frutto di «una rivoluzione verticale che ha riguardato l’intera narrazione comunicativa: dalla scelta della forma e del colore della bottiglia, alle etichette e controetichette, dalla capsula alle schede tecniche, dalla entry page del sito web dell’azienda al cartone di imballo, che è il primo strumento di comunicazione diplomatica».

«Crediamo nell’idea che il vino – spiega Di Gaetano – sia un prestigioso ambasciatore del patrimonio culturale murgiano e pugliese in generale. Ed è per questo che abbiamo puntato su carattere identitario, percezione spazio-sensoriale pura, creatività e colore».

Orgoglioso, anche il presidente del GAL Murgia Più, dott. Ignazio Di Mauro, che vede nel risultato conseguito, un importante segno del lavoro di promozione culturale svolto negli anni dal GAL. «Se la competizione più importante al mondo in fatto di marketing enologico, ha scelto di premiare una realtà del nostro territorio, significa che lo sforzo non è stato vano. Come Gal, ci metteremo tutto il nostro impregno, affinché da questa ennesima best practice, tutte le aziende del territorio prendano esempio, perché il miglior prodotto, senza un’immagine e una promozione eccellente, resta un prodotto come gli altri. Frattanto, stiamo investendo su questa azienda affinché possa diversificare le proprie attività e trovare nuovi sbocchi i propri pregiati prodotti».

Grazie al GAL Murgia Più, tramite la misura 331, “Tor de’ falchi” sta portando avanti un progetto di recupero dell’antica masseria aziendale, che il dott. Di Gaetano ha pensato di adibire a struttura di accoglienza agrituristica, affinché le bottiglie di vino che annualmente produce, possano finire direttamente in tavola, saggiate, vissute e raccontate prima di essere acquistate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here