Barletta, incontro “Il verde è il tuo verde – Lo spazio urbano come un luogo condiviso”

0
226

Presenzieranno:

Pasquale Cascella, Sindaco di Barletta,

Carmela Peschechera, Presidente Consiglio Comunale di Barletta,

Riccardo Losappio, Direttore della Commissione, Cultura e Comunicazione sociali dell’Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie;

Interverranno:

Irene Patrizia Pisicchio, Assessore all’ambiente Comune di Barletta

Giuseppe Cilli, Legambiente Circolo di Barletta

Antonio Citro, Presidente Azione Cattolica diocesana

Roberto Antonacci, Segreteria Legambiente Puglia, Dottore in Scienze Forestali

Francesco Tarantini, Presidente Legambiente Puglia.

 Modera Giuseppe Faretra, giornalista di “In Comunione”.

L’iniziativa è stata promossa dall’Associazione Sala della Comunità S. Antonio – Commissioni diocesane ‘Problemi sociali e del lavoro, giustizia e pace, salvaguardia del creato’ e ‘Cultura e comunicazioni sociali’ – Azione Cattolica diocesana –  Legambiente Puglia, Barletta e Corato, con il patrocinio del Comune di Barletta.

Nel corso dell’incontro Legambiente donerà delle essenze arboree alla Sala della Comunità. 

Le città italiane – dichiarano i promotori dell’iniziativa – sono luoghi e spazi dove i cittadini vivono e passano, molto spesso, gran parte della propria vita, dove soprattutto si lavora e si produce. Alcuni processi concreti si stanno attivando e possono divenire esperienze di eccellenza in grado di trasformare le nostre città d’Italia in un punto di riferimento per un mondo sempre più urbano, perché all’avanguardia della sostenibilità, perché green e smart possano stare insieme. Ma deve crescere nel Paese e nelle sue varie articolazioni sociali cristiane e laiche una nuova consapevolezza che oggi indica come una rinnovata città è possibile. E’ necessario un innovativo centro urbano sostenibile, in modo da poter essere in grado di offrire condizioni di vita adeguate per tutti i cittadini, nell’orizzonte disegnato dagli Indicatori di benessere, per una città intelligente dove il flusso di informazioni è utile per garantire inclusione ed efficienza. Città vivibili, dunque, dove la socialità, l’efficienza energetica e la qualità culturale illuminano gli eco quartieri, città dove si possa tornare ad essere liberi di muoversi, vivere in aree più verdi e fruibili.

Papa Francesco per la celebrazione della XLVII Giornata Mondiale della Pace del 2014 dal titolo ‘Fraternità, fondamento e via per la pace’ sostiene che ‘La visione cristiana della creazione comporta un giudizio positivo sulla liceità degli interventi sulla natura per trarne beneficio, a patto di agire responsabilmente, cioè riconoscendone quella ‘grammatica’ che è in essa inscritta ed usando saggiamente le risorse a vantaggio di tutti, rispettando la bellezza, la finalità e l’utilità dei singoli esseri viventi e la loro funzione nell’ecosistema. Insomma, la natura è a nostra disposizione, e noi siamo chiamati ad amministrarla responsabilmente. Invece, siamo spesso guidati dall’avidità, dalla superbia del dominare, del possedere, del manipolare, dello sfruttare; non custodiamo la natura, non la rispettiamo, non la consideriamo come un dono gratuito di cui avere cura e da mettere a servizio dei fratelli, comprese le generazioni future”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here