A Bari concerto del 13enne violoncellista tranese Mauro Paolo Monopoli con Anastasia Gromoglasova

0
752

Ingresso con invito.

Dopo aver iniziato all’età di 5 anni lo studio del Violoncello si iscrive al Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari nella classe del Maestro Nicola Fiorino.

Nel 2010 vince il Primo Premio nella sezione Violoncello al Concoso Internazionale Euterpe di Corato e nello stesso anno viene selezionato per prendere parte come attore e violoncellista alla produzione della Fiction per la Rai “Una musica silenziosa”, recitando accanto ad attori come Ugo Pagliai e Francesca Cavallin e suonando, in una delle scene del film, il Preludio dalla Prima Suite per Violoncello solo di J. S. Bach.

Nel maggio del 2011, in occasione del Forum Internazionale di Composizione di Reggio Emilia, sue composizioni per Violino e Violoncello (“Tre duetti possibili”) vengono eseguite presso il Conservatorio “A Peri” di Reggio Emilia, riscuotendo un grande successo.

Nello stesso anno, eseguendo in una Masterclass il capriccio n. 4 op. 11 del Servais riceve gli elogi della famosa violoncellista Maria Kliegel.

Nel 2012 vince il Primo Premio Assoluto e la borsa di Studio della sezione Archi al Concorso Mirabello in Musica.

Nel febbraio del 2013, a soli 12 anni, vince le selezioni del progetto “La Puglia suona bene” indetto dalla Fondazione Petruzzelli di Bari, classificandosi al primo posto nella sezione archi con il Concerto per Violoncello e orchestra di E. Lalò. Sempre nel 2013, vince le selezioni per il prestigioso Tournoi International de Music di Parigi, dove rappresenterà la Puglia nella finale del 2014. A giugno dello stesso anno debutta con grande successo come solista con l’orchestra del Conservatorio Niccolò Piccinni sotto la direzione del M.° Francesco Lentini, eseguendo di Niccolò Paganini le Variazioni di bravura su una corda sola sul tema del Mosè di Rossini. In ggosto si esibisce alla presenza del Ministro dei Beni Culturali Massimo Bray ricevendone gli entusiastici elogi.

Recentemente è stato ammesso (risultando il più giovane violoncellista mai ammesso, a soli 13 anni) ai prestigiosi Corsi di Alto Perfezionamento dell’Accademia della Fondazione Stauffer di Cremona con il plauso del Maestro Filippini per le straordinarie capacità musicali e tecniche.

[nggallery id=853]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here