Bisceglie, al poeta serbo Dragan Mraovic il sigillo della città

0
224

Lunedì 18 novembre, alle ore 11.00, Dragan Mraovic incontrerà inoltre gli studenti dell’Istituto Commerciale “ G. Dell’Olio” che hanno proposto, per l’occasione, un gemellaggio con un analogo Istituto in Serbia.

 Dragan Mraovic è un intellettuale serbo che vive a Belgrado e che ha un rapporto di grande amore per l’Italia. Nella sua carriera di scrittore e traduttore ha pubblicato decine di libri e tradotto almeno cento autori e grandi opere di poesia italiana, come la “Divina Commedia” di Dante Alighieri, attualmente adottata dalle scuole in Serbia, il “Decamerone” di Giovanni Boccaccio, gli scritti e le poesie di Gabriele D’Annunzio e le poesie di Daniele Giancane, dei poeti della Vallisa di Bari e, più recentemente, i libri dei biscegliesi Zaccaria Gallo e Maurizio Evangelista.

 Dragan Mraovic è stato Console della Rep. Jugoslava a Bari e nella sua carriera professionale è stato interprete ed operatore economico, giornalista, capo ufficio pubblicità estera. In vari periodi ha vissuto e lavorato in Italia. Scrive inoltre per vari giornali, è opinionista del quotidiano DAN del Montenegro ed è stato anche collaboratore della Radio del Vaticano per i problemi dell’area del Sudest europeo ed in particolare per le questioni riguardanti Serbia e Montenegro. Dirige la rivista di poesia di Belgrado “Il giornale dei poeti” e collabora con la rivista di geopolitica Eurasia come membro del suo Comitato scientifico.

In questi anni Dragan Mraovic ha imparato ad apprezzare il nostro Sud, la Puglia, e la città di Bisceglie, della quale è stato ospite durante un Festival del Mediterraneo. Dragan Mraovic, ogni anno, si adopera perché poeti italiani partecipino al Festival di Smederevo e a quello di Belgrado, e, tra questi, i poeti di Bisceglie, città che in Serbia, grazie a questi scambi, è conosciuta e ammirata per la sua vivacità nel campo letterario e poetico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here