Bisceglie, progetto Rotaract “Leggere al pancione”: il dialogo mamma-nascituro

1
247

L’idea, frutto di un lavoro di squadra coordinato dal presidente Rotact in carica Emy Angarano, è quella di sfruttare le ultime ricerche scientifiche nell’ambito dello sviluppo fetale, per augurare alle future mamme biscegliesi il migliore dei rapporti con il bebé in arrivo.

Il dialogo mamma-bambino inizia difatti negli ultimi tre mesi di dolce attesa ed è dimostrato che la lettura al pancione, anche solo di una filastrocca o di una poesia di tanto in tanto, aiuti  il feto ad amare la voce materna e a potenziare le future abilità linguistiche e cognitive.  

Creare una routine attorno alla lettura, anche durante la gestazione, favorisce quindi  un legame profondo mamma – bebé, ma è anche il miglior modo per augurare al piccolo successo nella vita. Recenti studi hanno difatti dimostrato che l’alfabetizzazione inizia dal grembo, poiché esiste una correlazione diretta tra quanto i genitori comunicano con il piccolo ed il successo sociale e accademico nell’età adulta.

Tutti motivi, questi, che hanno portato il Rotaract club a realizzare un service che accomunasse il piacere della lettura alla sua ” utilità terapeutica “.

All’appuntamento presso la chiesa di S. Adoeno, cui prenderà parte anche l’assessore alle politiche giovanili Vittoria Sasso, sono invitate tutte le future mamme e le neomamme interessate a saperne di più.

Il Rotaract, per l’occasione, allestirà un banchetto presso il quale sarà possibile prenotare, in forma gratuita, il prestito di uno dei volumi che il club ha selezionato, secondo precisi criteri scientifici, per la “lettura al pancione”.

 

1 COMMENTO

  1. Interessante libro . Complimenti ai membri Rotaract Club Bisceglie . Ad maiora semper!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here