Barletta, mercoledì musicali a Palazzo Della Marra: ingresso libero

0
222

Tre i concerti che faranno da corollario alla mostra, dal titolo “La Collezione De Nittis: un dono alla città” che vuole mettere in mostra le opere del grande artista Giuseppe De Nittis, che sono parte della Collezione permanente della Pinacoteca Comunale e che potranno essere ammirate fino a dicembre.

La mostra intensamente voluta dal Sindaco Pasquale Cascella e realizzata dall’Assessore Giusy Caroppo, per omaggiare nella maniera più bella ed elegante la magnanimità della moglie di Giuseppe De Nittis, Leontine, che, nel 1913, esattamente 100 anni fa, lasciava in eredità al Comune di Barletta l’intera collezione di quadri e disegni del grande impressionista barlettano, conosciuto in tutto il mondo per le sue doti artistiche in quell’Ottocento in cui l’arte si dimostra centrale più che mai, è costituita da un blocco di 200 opere tra oli, pastelli, acquerelli, studi, incisioni e lavori incompiuti e rappresenta un percorso obbligato per tutti coloro che vogliano ammirare l’estro e la modernuità di quello che è ritenuto, a ragione, il più grande artista pugliese dell’ottocento.

L’Associazione Cultura e Musica “G. Curci”, ha immediatamente dato il suo appoggio alla realizzazione della mostra, mettendo a disposizione la trentennale esperienza musicale e accompagnando la mostra sin dal suo nascere, con interventi musicali di estrema eleganza ed espressività, sia durante l’inaugurazione, che hanno fatto da “filo rosso” lungo tutto il percorso espositivo, sia con la realizzazione di questi concerti che renderanno piacevoli le serate dei visitatori che alla mostra si avvicineranno.

E’ nella magia di questo spaccato sul mondo della Belle Epoque francese, di fine ottocento, metafora e simbolo del nuovo che avanza in un continuo dibattito tra città e bellissime marine che affioravano nei ricordi di “Peppino”, tra campi appena mietuti e l’arsura della terra del sud e le lunghe grigie strade di una Parigi invernale, tra una piccola carrozza che attraversa gli ChampsElisé e il fumoso sbuffo di una locomotiva in lontananza, tra un ritratto intimo e uno studio appena abbozzato, tra i colori intensi del proprio giardino e uno spaccato del mondo delle corse, tra vecchio vissuto e il nuovo che inesorabilmente avanza , attraverso una pittura intrisa di affetti, di atmosfere, di tradizione e novità, grazie anche all’elemento femminile e infantile, che si inseriscono, con una delicatezza e un coinvolgimento totale, i tre concerti , curati dall’Associazione Curci.

Questi gli appuntamenti:

Mercoledì 31 luglio, ore 20,30 , di scena l’Ensemble Lirico “G. Curci” : Giovanni Mazzone tenore, Lucia De Bari soprano e Ruggiero Morelli al pianoforte, con un omaggio alla “Magia dell’Operetta” attraverso musiche tipiche dei Cafè chantant, echi de la Belle Epoque , passando dal Salotto al Tabarin“dal Salotto al Tabarin

Mercoledì 7 agosto, alle ore 20,30, appuntamento con il “Duo Faurè”, Pietro Doronzo al flauto e Pasquale Somma al pianoforte che ci accompagnerà nella melodia del paesaggio primaverile e romantico di un Mozart pieno di dolcezza e nei virtuosismi pieni di colori e romanticismo di Saint- Saens e Faurè.

Concluderà la breve rassegna, mercoledì, 28 agosto, il Quartetto d’Archi “De Nittis” con un omaggio al “L’Ottocento Romantico ” del Verdi operista e con incursioni nel repertorio contemporaneo.

L’ingresso agli spettacoli è libero.

Per informazioni tel: 0883 528026 0883 538376.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here