Trani festeggia i 950 anni degli Statuti Marittimi: le iniziative

0
217

“Tanti ne sono stati accantonati per garantire la riuscita di tutte le iniziative «partorite – come spiega fieramente l’assessore Nardò – con il contributo attivo della comunità locale, delle associazioni e dei portatori di cultura della città».

Il primo appuntamento  in programma è quello del 30 e 31 maggio, quando presso la  biblioteca storica dell’Ordine degli avvocati si terrà un convegno storico giuridico internazionale relativo alle consuetudini e sugli statuti giuridici del mediterraneo, dal Medioevo all’età moderna. Partners dell’evento il Rotary international di Trani e il Consiglio dell’Ordine degli avvocati.  Durante questo incontro verrà  posta in risalto  la portante attualità degli Statuti marittimi.

Ai suoi contenuti si è ispirata nel 1999 una storica sentenza della Corte d’Appello americana concernente la causa del famosissimo transatlantico Titanic, in merito alla questione del carico di merci perso in mare, grazie al  quale chi vi si imbatteva ne diveniva legittimo proprietario. Nello stesso giorno,  il 30 maggio (primo giorno di iniziative) in Cattedrale è previsto un concerto a cura dell’associazione Domenico Sarro.
Per proseguire poi il 7 giugno, quando in una sezione dei  Dialoghi di Trani ( una parte della rassegna è dedicata alla Puglia intesa come punto di congiunzione tra Europa e Mediterraneo), verrà ribadita l’importanza degli Statuti.

Eventi anche in piena estate, nel periodo compreso  tra il 9 e il 20 luglio:  la Lega navale di Trani organizzerà la Festa del mare,  un palio in acqua con un numero da stabilire di barche che rappresenteranno i quartieri storici della città così come concepita nell’anno 1000; mentre a fine mese (giorno 30) sarà scoperto il bassorilievo bronzeo in piazza Quercia affidato alle mani della Domus Dei per un intervento di restauro.

In quella occasione  sarà apposta anche una targa commemorativa a colui che ebbe il merito, nell’800, di scoprire in una biblioteca veneziana gli Statuti marittimi, lo studioso francese Jean Marie Pardessus, una scoperta casuale poiché egli stava lavorando ad una ricerca per un’opera enciclopedica.  La solenne giornata di festa sarà poi conclusa, sempre in piazza Quercia, dall’esibizione della fanfara dell’aereonautica militare.

Ad  agosto (il 2) ancora in piazza Quercia ci sarà la premiazione del concorso scolastico dedicato agli Statuti marittimi. Così come  ha evidenziato nel corso della conferenza stampa il sindaco Gigi Riserbato, uno degli elogi da  riconoscere a  questo cartellone è quello di aver coinvolto davvero tutte le fasce della popolazione tranese, compresi i più piccoli.

L’ultimo appuntamento in piazza Quercia è fissato per il 9 agosto: Trani Tradizioni si occuperà della rievocazione storica della promulgazione degli Ordinamenta maris, stilati nel 1063 per ordine di Pietro di Trani, conte della Città che ne ordinò la stesura, ratificata dai consoli tranesi Angelo de Bramo, Simone de Brado e Nicola di Roggiero.

E ancora, un atto di ossequio agli Statuti marittimi sarà riservato il 29 agosto anche dalla comunità ebraica di Trani con un convegno in biblioteca in cui si confronterà il codice della navigazione tranese con l’insegnamento ebraico del diritto marittimo.

A settembre invece dal 13 al 22, il castello svevo farà da cornice ad una mostra di modelli navali della Marina militare. Il 13 settembre è prevista in biblioteca la giornata filatelica con la creazione di un francobollo celebrativo che riprodurrà la tela realizzata da Biagio Molinaro. Al pittore sarà dedicata parte della  mostra su Trani e il mare, in programma fino a novembre presso palazzo Beltrani.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here