Andria, “Favola libera tutti…dal pregiudizio!”: parlare con i bimbi di famiglie omogenitoriali

0
286

La favola, con la sua struttura, permette di affrontare i più svariati argomenti sfruttando la materia dei sogni, dei desideri e delle emozioni, senza barriere. Essa regala molteplici piani di lettura e può veicolare messaggi diversi e sempre nuovi, costituendo quindi una preziosa opportunità di raccontare il mondo che ci circonda.

I bambini sono più abituati di noi adulti a convivere con storie e culture lontane, a vivere la differenza. E’ importante però trovare le parole che permettono ai bambini di conoscere la storia non solo che li precede, ma anche quella che li accompagna e li prosegue.

Nella favole che verranno lette, piccoli animali e personaggi come Piccolo Uovo, si interrogano su quale possa essere la migliore famiglia in cui nascere, scoprendo che è “Quella felice, di qualunque tipo sia”.

Riprendendo le parole di Altan, noto illustratore di libri per l’infanzia, “I genitori omosessuali esistono. Hanno sempre più visibilità. È meglio preparare i più piccoli a tutto questo. Il dialogo tra bambini e adulti è il modo migliore per affrontare i cambiamenti della società .

 Favola libera tutti …dal pregiudizio! è un’iniziativa che fa parte del programma di promozione del “Barletta Pride 2013” (Barletta, 9-15 giugno 2013) e delle azioni positive messe in campo da Arcigay LGBTI, mirate alla discussione, diffusione, conoscenza e scambio di buone prassi rivolte al contrasto delle forme di discriminazione omofobica e transfobica, nonché al sostegno ed alla promozione dei diritti e della dignità delle famiglie omogenitoriali.

 L’incontro si terrà ad Andria il 22 maggio alle ore 18,30 nella sede dell’associazione LAPORTABLV, via E. Carafa 8-10. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il 339/8900056.

Il progetto “Nati per leggere”, attivo dal 1999, ha l’obiettivo di promuovere la lettura ad alta voce ai bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 6 anni. Recenti ricerche scientifiche dimostrano come il leggere ad alta voce, con una certa continuità, ai bambini in età prescolare abbia una positiva influenza sia dal punto di vista relazionale (è una opportunità di relazione tra bambino e genitori), che cognitivo (si sviluppano meglio e più precocemente la comprensione del linguaggio e la capacità di lettura). Inoltre si consolida nel bambino l’abitudine a leggere che si protrae nelle età successive grazie all’approccio precoce legato alla relazione. Il progetto è attivo su tutto il territorio nazionale con circa 400 progetti locali che coinvolgono 1195 comuni italiani.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here