Canosa di Puglia partecipa alla rievocazione della leggenda della Madonna di Ripalta

0
308

In merito, circolano due versioni leggendarie, ricche di particolari significativi  sul rinvenimento del dipinto che raffigura la Madonna su un trono con in grembo il Bambino Gesù, nei pressi della località denominata “Ripa Alta”, sulla riva sinistra del fiume Ofanto (Aufidus).

La prima narra che intorno al 1172 l’icona fu trovata tra le boscaglie del fiume Ofanto da una banda di delinquenti e utilizzata per battere il lardo durante le attività giornaliere. In una di queste, il capo della banda sbagliò il fendente e conficcò l’ascia nella tavola che iniziò a zampillare sangue. Spaventato, il brigante avvertì i suoi compagni che insieme scoprirono sotto l’untume la raffigurazione dell’immagine della Madonna con in grembo il Bambino Gesù, entrambi con il volto sfregiato per il colpo ricevuto.

La seconda  riporta che l’icona fu scoperta da un gruppo di boscaioli e destinata a legna da ardere. Al primo colpo d’ascia sull’icona cominciò a sgorgare sangue e da quel giorno, in quei luoghi fu costruita per devozione una cappella; fonti epigrafiche e archeologiche documentano l’esistenza dell’edificio già prima del 1172. Siccome la chiesetta rurale sorgeva a metà strada tra Cerignola e Canosa, la stessa fu oggetto di contesa tra le due città ofantine, le cui  sorti furono affidate  ad un carro trainato dai buoi che per tre volte consecutive si diresse verso Cerignola, decretando così l’assegnazione a quest’ultima.

Nel 1859 la Madonna di Ripalta fu proclamata Patrona di Cerignola (FG) e festeggiata ogni anno l’8 settembre, il giorno della Natività di Maria in un clima di raccoglimento, spiritualità e profonda devozione.

Quest’anno, nei giorni 6 e 7 settembre nell’ambito dei festeggiamenti patronali si svolgeranno una serie di eventi a tema organizzati dall’Amministrazione Comunale di Cerignola, dalla locale sezione della Pro Loco, dall’Associazione “Cerignola Nostra” con la partecipazione dell’Associazione “La Passione Vivente” di Canosa di Puglia(BT), del circolo oratorio A.N.S.P.I. S.Gerardo e la parrocchia del Crocifisso di Orta Nova(FG).

Nel giorno di giovedì 6 settembre, alle ore 19,30, nella splendida cornice di Palazzo Coccia si terrà la conferenza dal titolo “Il Culto della Madonna di Ripalta oltre i confini della città” che vedrà tra gli ospiti  anche l’intervento della dottoressa Rosaria Ciciretti sul tema “Il Santuario della Madonna di Ripalta”, seguita dall’inaugurazione della mostra fotografica a cura di Giovanni Antonacci e dalla presentazione dei  figuranti dell’Associazione “La Passione Vivente” di Canosa di Puglia (BT), presieduta per l’occasione da Saverio Luisi tra i promotori dell’evento.

Il clou delle cerimonie sarà concentrato venerdì 7 settembre su  tre piazze di Cerignola (FG): in piazza Matteotti, alle ore 19,30, ci sarà la rappresentazione scenica “Il Quadro”; in piazza Duomo, alle ore 20,30, si disputerà la contesa tra cerignolani e canosini, l’aggiudicazione del 2° Palio Ripalta, l’esibizione degli sbandieratori e musici del Borgo Antico di Cerignola, della Bassa Musica di Carbonara (BA), la sfilata del corteo in costume della “Leggenda del Quadro”; alle ore 21,30, in piazza Carmine arriveranno la Principessa e Ser Leonardo Caracciolo II, Conte di S.Angelo dei Lombardi, feudatario di Cerignola nel 1543. Le manifestazioni si concluderanno nella Chiesa Madre ubicata nel borgo antico di Cerignola(FG).

La leggenda legata al culto dell’icona della Madonna di Ripalta con la rievocazione del ritrovamento del quadro, programmata nei giorni 6 e 7 settembre prossimi, costituiscono un patrimonio artistico-culturale di rilievo per la comunità di Cerignola (FG) e per i numerosi devoti delle comunità limitrofe, impregnato di  sacro e di mistero,  di religiosità e tradizioni popolari, degno di essere ricordato e rivissuto dalle vecchie e dalle nuove generazioni nell’ottica di valorizzare e promuovere le radici storiche da cui attingere linfa e risorse per migliorare la civiltà in cui viviamo.

Bartolo Carbone

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here