Barletta, presentato libro “Lo zingaro e lo scarafaggio”: il mondo del calcioscommesse

0
366

Nel corso della serata, organizzata dall’Associazione culturale Liberincipit, Presidio del Libro di Barletta, e patrocinata dal Comune di Barletta, sono intervenuti l’autore Foschini, il regista cinematografico di “Come a Cassano” Pippo Mezzapesa, e il sindaco Nicola Maffei.

La presentazione del romanzo sul calcio  è stata anticipata dalla lettura del monologo “Quattroquattrodue” di Michele Santeramo; lo stesso autore ha letto con tono ironico i suoi sogni di ragazzino quando sperava di diventare famoso come l’ex calciatore francese Platini, ma “da quel rigore sbagliato la vita è stata più difficile” , ha concluso  il suo monologo l’autore barlettano.

“Lo zingaro e lo scarafaggio”  è un libro nato da una lunga inchiesta giornalistica, mediante la quale gli autori hanno ricostruito i fatti avvalendosi di testimonianze dirette e degli atti investigativi delle procure di Cremona e Bari. Tra le testimonianze dirette, fondamentale è stata quella del superlatitante  Hristiyan Ilievski, detto lo Zingaro, che Foschini e Mensurati hanno incontrato a Skopje per redigere un’intervista successivamente pubblicata su “Repubblica” l’11 marzo 2012; un colloquio tra gli autori e lo “zingaro” che nella sua forma integrale  è stato inserito fra gli atti d’inchiesta.

[nggallery id=262]

“Ho letto il libro di Giuliano da vero appassionato di calcio – ha commentato il regista Mezzapesa –  si tratta a mio avviso della “Gomorra” del calcio; uno sport  che non viene più seguito con il “romanticismo” di una volta”.

“La forma usata è quella romanzesca –  ha proseguito Foschini – con questo libro descriviamo tutto ciò che accade all’interno della “quinta” azienda italiana quale appunto quella del calcio. Sono tredici milioni e mezzo di euro l’ammontare complessivo che gira intorno al calcio scommesse; raccontiamo storie di criminali ma che in realtà non sono da definirsi tali, emblematico per esempio è il personaggio Marco Paoloni; un portiere con il vizio di scommettere sulle partite di calcio. Il nostro incontro con Ilievski, fa comprendere bene come quest’uomo fosse membro di una vera e propria organizzazione criminale che ha messo le mani sui nostri soldi”.

“Lo scarafaggio invece, è l’ex difensore della Cremonese, Carlo Gervasoni – ha concluso il giornalista barlettano –  il pentito del calcioscommesse, schiacciato come un insetto, epurato dal calcio , arrestato e accusato per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e frode sportiva.”

Il sindaco Maffei ha concluso la serata complimentandosi con l’autore e giornalista Foschini sostenendo: “ Hai avuto quel coraggio che dovrebbe avere ogni tuo collega giornalista nell’affrontare tematiche alquanto delicate e compromettenti”.

Dora Dibenedetto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here