Bisceglie shock: rifiutato da una donna, strangola il cane del fratello per vendetta

0
309

A scatenare la folle ostinazione dell’’uomo sarebbe stato il rifiuto delle sue avances da parte della vittima: dal corteggiamento si passa quindi alla violenza fisica, più volte scatenatasi anche nei confronti del compagno della donna. E l’’escalation sembrava non arrestarsi: il 37enne, infatti, si sarebbe recato sotto l’’abitazione dei malcapitati e, in un crescendo di rabbia, dapprima avrebbe iniziato ad inveire, poi a lanciare sassi contro le finestre e infine avrebbe dato alle fiamme la porta di casa.

Nella triste storia non mancano le  telefonate di minacce, insulti su Facebook e botte per il compagno della donna, nonché una richiesta di 1.000 euro per far finire quell’’inferno. Inutile il tentativo della coppia di cambiare abitazione temporaneamente, facendosi ospitare dai genitori di lei.Alla fine chi ha pagato il prezzo più alto è stato il povero cane del fratello della donna, un meticcio di piccola taglia, strangolato con una corda per atroce vendetta.

Gli indizi raccolti dai Carabinieri della Tenenza di Bisceglie sono stati ritenuti gravi, precisi e concordanti dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trani che ha emesso tempestivamente una misura coercitiva nei confronti del presunto stalker, il quale, condotto agli arresti domiciliari, dovrà ora rispondere dei gravi reati di atti persecutori, tentata estorsione, danneggiamento seguito da incendio, percosse ed uccisione di animali nonché diffamazione.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here