Trani, controlli del territorio contro spaccio stupefacenti: due arresti e una denuncia

0
190

 I ragazzi, entrambi 17enni, alla vista dei militari, si sono dati alla fuga, lanciando per strada un involucro sospetto. Dopo un inseguimento per le strade del centro, sono stati bloccati nei pressi di piazza della Repubblica e il sacchetto recuperato con il suo contenuto di 6 grammi di marijuana, mentre il conducente del ciclomotore è risultato sprovvisto di patente in quanto mai conseguita. La successiva perquisizione presso l’’abitazione dei due ragazzi ha consentito di rinvenire ulteriori 55 grammi della stesso stupefacente, confezionati all’’interno di bustine di cellophane, oltre a due bilancini di precisione e 70 euro, ritenuti provento dell’’attività illecita.

Alla luce di quanto accertato, il conducente della Vespa è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica per i Minorenni di Bari con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, guida senza patente e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Sempre a Trani:

–- durante un posto di controllo, in orario notturno, una “gazzella” del Nucleo Operativo e Radiomobile ha sorpreso alla guida di un’’autovettura, in corso Imbriani, un 21enne di Bisceglie, che alla vista dei militari tentava di disfarsi di una bustina contenente 5 grammi di marijuana. Il gesto non è sfuggito ai carabinieri che hanno segnalato il giovane all’Autorità Prefettizia di Barletta quale assuntore di stupefacenti;

–- un 42enne del luogo è stato arrestato in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla locale Procura della Repubblica in quanto giudicato responsabile di atti persecutori, ingiuria e incendio, commessi tra il 2010 ed il 2011. Dovrà scontare la pena di tre mesi e 8 giorni presso la sua abitazione.

A Bisceglie infine un pregiudicato 30enne del luogo è stato arrestato per evasione dai domiciliari. Già alle prime luci dell’’alba l’’uomo si era allontanato dalla sua abitazione, ove stava scontando una pena detentiva. Ricercato incessantemente, ha deciso a fine giornata di presentarsi spontaneamente alla locale Tenenza dell’’Arma, da cui è stato  tradotto alla casa circondariale per la prosecuzione della misura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here