Andria, rubano 80 mila litri di gasolio a Lodi: un arresto grazie a carabiniere fuori servizio. Video

0
451

Quest’’ultimo, lungo la SP 231, ha notato un autoarticolato “Iveco”, carico di due cisterne di gasolio che perdevano carburante, viaggiare a forte velocità preceduto da una “Mercedes” con funzioni di “staffetta”. Pensando ad una rapina ad un tir appena commessa, si è subito attivato allertando la centrale operativa dell’’Arma tramite il numero di emergenza “112” che immediatamente predisponeva sul territorio il previsto piano antirapina.

Sul posto convergevano immediatamente le “gazzelle” in circuito che, grazie alle indicazioni fornite dal militare libero dal servizio, intercettavano il mezzo pesante all’’interno di un autoparco, traendo in arresto l’’autista.

Si tratta di un 45enne andriese sottoposto a fermo di P.G. per furto aggravato e detenzione di apparecchiature atte ad intercettare le Forze dell’’Ordine. Gli occupanti della “Mercedes” invece, alla vista dei Carabinieri riuscivano a darsi alla fuga per le campagne circostanti abbandonando l’’auto.

I successivi accertamenti hanno consentito di appurare che nel tir erano contenuti 80mila litri di gasolio, per un valore di 100mila euro, asportati nottetempo in una ditta del settore petrolifero in provincia di Lodi dove i malfattori si erano introdotti praticando un foro nel muro perimetrale. Nella “Mercedes” invece, i militari hanno rinvenuto vari attrezzi utili allo scasso, una ricetrasmittente sintonizzata sulle frequenze delle Forze dell’’Ordine, guanti e abbigliamento utilizzati per il travisamento, il tutto sottoposto a sequestro unitamente ai mezzi.

Tratto in arresto, il 45enne, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, è stato associato presso la locale casa circondariale mentre sono in corso indagini finalizzate all’’identificazione dei complici.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here