Canosa di Puglia, ricatto hard: 20 mila euro per video in chat, 4 arresti

0
1050

Secondo la ricostruzione della vicenda, una delle due donne avrebbe attirato il professionista 55enne avviando con lui conversazioni divenute via via sempre più intime, fino a convincere l’uomo a spogliarsi davanti alla webcam. A quel punto, sarebbe scattata la trappola: 20 mila euro per non pubblicare sul web il video registrato.

«Vorrei aprire un’attività commerciale –avrebbe detto la ragazza nella conversazione del 30 maggio – mi servono soldi. Mi dovresti dare diecimila euro». La richiesta è salita poi a ventimila. «Se non mi dai il denaro – ha aggiunto – metto le immagini e i tuoi filmati in rete. Così tutti sapranno».

Il professionista però si è rivolto ai carabinieri che, martedì sera, hanno arrestato le quattro persone, tutte di Canosa di Puglia, con l’accusa di tentata estorsione. I due uomini sono finiti in manette a Pavia, mentre incassavano la somma contenuta in un pacco; le due donne sono state bloccate a Canosa dai carabinieri di Barletta.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here