San Ferdinando di Puglia, violenza sessuale di gruppo: arrestato 27enne

0
302

La vittima, che si trovava in Italia per cercare lavoro, sarebbe stata avvicinata da M., il quale le prometteva di portarla dal suo datore e mettere una buona parola affinché potesse lavorare. Da allora iniziava il calvario per la donna, che veniva sequestrata e tenuta in un casolare, dove il suo carnefice faceva giungere gli altri due aguzzini i quali, a turno, abusavano di lei per due giorni. La vittima, approfittando di una distrazione dei suoi carcerieri, riusciva a scappare, a raggiungere la caserma dei Carabinieri e raccontare l’accaduto.

Le indagini, basate su riconoscimenti fotografici e analisi dei tabulati che hanno collegato tra di loro i presunti colpevoli e questi con il luogo di commissione del delitto, hanno portato all’identificazione di due dei tre presunti carnefici. La ragazza è stata lasciate alle cure di personale specializzato del vicino Centro Antiviolenza.

Le ricerche di M. si sono protratte per mesi,  in quanto il giovane aveva lasciato l’Italia per sottrarsi alla cattura. Recentemente vi ha fatto ritorno e poco dopo l’arrivo presso la sua abitazione, costantemente monitorata, i Carabinieri hanno fatto irruzione e lo hanno assicurato alla Giustizia.

Continuano incessantemente le indagini per catturare il complice già individuato ed identificare il terzo presunto stupratore. L’arrestato è stato associato al carcere di Foggia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here