Trani, contrasto al lavoro nero: denunciata cinese, multa da 70 mila euro

0
787

Al termine di alcuni accertamenti eseguiti in una ditta specializzata nella produzione di tomaie per scarpe, gestita da una cinese 27enne, i militari hanno accertato l’impiego di una lavoratrice “in nero” presso gli impianti di lavorazione dislocati all’interno di un seminterrato, privo di qualsiasi accorgimento volto a garantire la salute e la sicurezza dei dipendenti, verosimilmente una decina, tutti di nazionalità cinese ed abitanti nello stesso stabile.

In particolare, nel corso dei controlli sono emerse gravi violazioni della normativa sulla salute dei lavoratori e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro tra cui la predisposizione di un’adeguata sorveglianza sanitaria sui dipendenti e la formazione degli stessi sui rischi connessi all’attività lavorativa. E’ stata inoltre riscontrata la mancata consegna agli operai dei dispositivi di protezione individuale.

A seguito delle irregolarità riscontrate, la titolare dell’impresa è stata deferita in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Trani. A suo carico sono state elevate sanzioni pecuniarie per un importo complessivo di oltre 70 mila euro ed adottata la misura cautelare della sospensione dell’attività imprenditoriale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here