Barletta, stalker ai domiciliari perseguita la moglie per telefono: in carcere

0
170

La vicenda risale a pochi giorni fa, quando a Barletta, un 36enne era finito in carcere dopo aver inseguito la moglie fino davanti alla locale caserma dei Carabinieri. Concessi poi gli arresti domiciliari, ha violato gli obblighi impostigli dal provvedimento della stessa misura cautelare, effettuando telefonate e scrivendo sms nei confronti della moglie e della figlia minore.

Le  violazioni, accertate dai Carabinieri della Stazione di Barletta, hanno permesso al GIP del Tribunale di Trani, su richiesta della Procura della Repubblica, di emettere l’ordinanza di custodia cautelare in carcere. L’uomo, un 36enne del luogo, si trova ora recluso nel carcere di Trani.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here