Trinitapoli, inquinamento ambientale: sequestrata azienda vinicola

0
314

Il provvedimento, a scopo preventivo, è stato emesso dalla Procura della Repubblica di Foggia e riguarda i rappresentanti, anche legali dell’azienda, il responsabile dell’area depurazione e il direttore industriale della società  che gestisce il depuratore di Cerignola.

Sono tutti accusati di aver messo in funzione nuovi scarichi industriali in assenza di depurazione e di aver superato i valori limite prescritti; di aver danneggiato le acque del canale ‘Cinque Metri’ ricompreso in un sito di importanza comunitaria denominata ‘Zona Umida Lago Salpi’; di aver distrutto o alterato le bellezze naturali di luoghi soggetti a speciale protezione.

 

Michele Mininni

 

Fonte: bari.repubblica.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here