Andria, lite in una sala giochi finisce a colpi di pistola: ferito 51enne

0
188

Secondo la ricostruzione dei militari, il 51enne, allo scopo di vendicare il figlio 23enne, percosso poco prima dal titolare 35enne di una sala giochi del luogo, ha aggredito violentemente quest’ultimo e suo fratello 30enne, davanti al citato esercizio. Il minore dei fratelli avrebbe quindi  esploso un colpo di pistola che ha ferito l’aggressore ad una gamba. La vittima, soccorsa immediatamente dalla stessa controparte e condotta presso il locale ospedale, è stata già dimessa con una prognosi di venti giorni.

Le indagini avviate dai militari, sulla base delle testimonianze acquisite e delle immagini impresse dalle telecamere di sorveglianza del locale, avrebbero consentito di accertare che l’aggressione sarebbe scaturita da un litigio tra il titolare della sala giochi e il 23enne.

Il sopralluogo effettuato dai carabinieri, inoltre, ha permesso il recupero dell’arma utilizzata dal 30enne, regolarmente detenuta dal fratello maggiore, ma portata illegalmente in quel luogo dal fratello minore, sottoposta a sequestro unitamente ad un bossolo e ad un’ogiva.

Tratto in arresto, il sorvegliato, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, date le sue condizioni di salute, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

Quanto ai due fratelli, invece, il più grande, che ha riportato la frattura del setto nasale, se la caverà in una ventina di giorni, mentre l’altro ha riportato una prognosi di una settimana, per contusioni multiple al volto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here