Barletta, accoltella ex dipendente per una vertenza di lavoro: arrestato

0
536

Stando alla ricostruzione dei fatti, mentre si trovava in auto l’uomo è stato raggiunto da un’altra vettura che, a gesti e con colpi di clacson, lo ha invitato a fermarsi. Sceso dall’auto, ha riconosciuto il suo ex datore di lavoro, il 20enne Romeo Piazzolla, che si è scagliato con furia contro Rizzi, colpendolo allo stomaco. La vittima, sanguinante, ha avuto la prontezza di tornare in auto mentre l’aggressore inveiva, pare urlando frasi come “non finisce qui”.

Il ferito ha continuato a percorrere via Mazzini fino a raggiungere via Madonna della Croce, ma qui ha avuto un malore ed è stato fortunatamente soccorso da un passante che lo ha accompagnato presso l’ospedale “Dimiccoli”.

Su segnalazione degli operatori sanitari sono intervenuti gli agenti del locale Commissariato che, recatisi presso l’abitazione di Piazzolla, lo hanno trovato ancora sconvolto per quanto commesso. Il ragazzo ha confessato e ha accompagnato gli agenti a recuperare il coltello utilizzato, del quale fuggendo si era disfatto.

Michele Rizzi è ricoverato con una prognosi di 10 giorni, mentre Romeo Piazzolla è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Le indagini sono coordinate dal pm presso la Procura della Repubblica di Trani, Silvia Curione. Da una prima ricostruzione del movente, come dichiarato dall’Ispettore superiore di Polizia giudiziaria Antonio Corvasce,  il rancore sfociato nel tentativo di omicidio potrebbe essere maturato a causa di una vertenza promossa dalla vittima per ottenere la liquidazione, dopo essere stato licenziato da Piazzolla quando costui è subentrato al padre, defunto, nella gestione dell’attività presso cui aveva lavorato per anni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here