Canosa di Puglia, “A lezione insieme”: percorso educativo con i cani

0
434

Dalla lettura dei dati emerge che il cane è il migliore amico dell’uomo, infatti è presente in  oltre la metà delle case degli italiani precedendo il gatto, al secondo posto delle preferenze. Nel Bel Paese sta cambiando l’atteggiamento culturale nei confronti degli animali, le statistiche evidenziano che gli italiani sono contrari alla caccia, alla vivisezione, al maltrattamento, all’abbandono, al randagismo, tutti indicatori confortanti di una maggiore sensibilizzazione nei confronti degli animali e del cane in particolare ma non bisogna cullarsi, c’è ancora molta strada da fare insieme.

A sostenerlo sono i volontari della locale sezione della “Lega nazionale per la difesa del cane” e dei sostenitori del Comitato “Gli amici di Belen”, tra i promotori del progetto educativo “A lezione insieme” che per l’occasione vedrà all’opera l’esperta educatrice cinofila Nadia Lerario ed il suo staff “Mr. Johnny” dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Zooantropologia Applicata, impegnati a 360 gradi nello studio del rapporto tra uomo e animale, sotto tutti i profili e sulle variabili che lo influenzano. Domenica mattina nelle immediate vicinanze del casello autostradale A16 di Canosa di Puglia (BT) gli organizzatori e fautori dell’iniziativa “A lezione insieme” proporranno un percorso educativo  di base che utilizza esclusivamente il metodo cognitivo zooantropologico con relative informazioni teoriche e pratiche su come rafforzare la relazione del binomio uomo/cane per comprendersi a vicenda, imparando a gestire meglio il proprio cane ed a rispettarlo. L’happening domenicale ad ampia valenza  socio educativa affettiva si auspica di migliorare il rapporto con l’alterità del cane, di renderlo più comprensibile “epurando” queste relazioni da ansie, pregiudizi errati, aspettative improprie, manie e quant’altro, tentando di perfezionarle, sia per il bene dell’uomo che dell’amico a quattro zampe. Il cane come tutti gli animali  vanno rispettati e  amati.

Bartolo Carbone

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here