“La donazione del sangue? Un gesto semplice”: incontro Fidapa-Avis

0
105

Martedì 15 novembre alle ore 18,30 presso il Laboratorio Francesco in via Rovetta a Canosa, la FIDAPA (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari) e l’Avis di Canosa organizzano un incontro sul tema della donazione del sangue aperto a tutti ed in particolare ai giovani.

“Ancora in pochi sanno che il sangue umano è un prodotto indispensabile alla vita, non è riproducibile artificialmente e può essere solo donato da un individuo a un altro – ha dichiarato Emanuela D’Evant – Presidente della FidapaE’ nostro obiettivo contribuire insieme all’Avis a far comprendere a quanti più cittadini possibili che il sangue è dunque, un bene di interesse pubblico, di cui potenzialmente ogni cittadino può avere necessità”.

“Il titolo di questo incontro “La donazione del sangue? Un gesto semplice” non è stato scelto a caso in quanto sono ancora tanti a immaginare la donazione del sangue una pratica dolorosa e rischiosa per il donatore, così come sono molti a manifestare la cosiddetta “paura dell’ago”” ha dichiarato Loreta Malerba medico di base e vice presidente della Fidapa.

“Abbiamo voluto coinvolgere quindi su questa tematica sia Giovanna Villani, medico-trasfusionista del SIT di Andria che Giovanni Quinto, Presidente dell’Avis di Canosa, perché ogni giorno, ognuno per il proprio ruolo professionale ed associativo, sono costantemente impegnati ad informare correttamente i donatori e a sovraintendere a tutte le fasi della donazione del sangue e degli emocomponenti.

Essere un donatore di sangue abituale facilita il lavoro dei servizi trasfusionali degli ospedali in quanto permette una più adeguata programmazione della raccolta del sangue ed una migliore gestione delle situazioni di urgenza e di emergenza, come in estate quando il fabbisogno di sangue aumenta e i donatori scarseggiano. L’Avis è un pezzo di volontariato molto importante senza il quale il sistema sanitario non potrebbe garantire la salute a tutti i cittadini”.

Rispetto al recente passato, dove la carenza di sangue era un fattore di grande criticità per gli ospedali, grandi risultati sono stati sinora conseguiti grazie allo sforzo delle associazioni, ma molto resta ancora da fare per raggiungere la piena autosufficienza regionale e nazionale.

Per questo motivo anche grazie ai giovani volontari del Servizio Civile, l’incontro organizzato dalla FIDAPA sarà un’occasione per contribuire a produrre un bene comune alla collettività e per sensibilizzare l’opinione pubblica ai valori della solidarietà e partecipazione.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO