Canosa di Puglia, calendario scolastico 2014/15: giorni apertura e chiusura scuole

0
1613

 “L’incontro preliminare – spiega Sabino Facciolongo, assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura – era teso ad uniformare il più possibile le date soprattutto di inizio e sospensione delle attività didattiche, onde evitare all’utenza i comprensibili disagi. Purtroppo non è stato possibile raggiungere appieno l’obiettivo, date le diverse esigenze delle istituzioni scolastiche che, soprattutto in alcuni istituti superiori, sono specifiche e differenti rispetto a quelle delle altre istituzioni. Fermo restando ciò, dunque, i risultati raggiunti nella definizione del calendario, che vedono uno spostamento massimo di qualche giorno fra le diverse istituzioni, è quanto di meglio si potesse fare per permettere ai genitori che hanno figli frequentanti diversi ordini di scuola o diversi istituti, di programmare serenamente le proprie attività”.

APERTURA SCUOLE: Il calendario prevede che le scuole d’infanzia paritarie “Minerva” e Pastor Bonus” abbiamo accolto i bambini in classe già da ieri, 3 settembre, mentre “La città della gioia – scuola Infanzia Ferrara” aprirà i battenti lunedì prossimo, 8 settembre. Il 17 settembre apriranno, infine, le scuole primarie paritarie “Kennedy” e la “Giovanni XXIII”.

Gli istituti comprensivi “Bovio- Mazzini” e “Foscolo- De Muro Lomanto” inizieranno le attività didattiche lunedì 15 settembre, mentre la “Carella- Padre Antonio Maria Losito”sarà attiva dal 12 settembre.

Per quanto riguarda le scuole secondarie di II grado, apriranno martedì 9 le classi III dell’Ipaa dell’Iiss “Einaudi”, mentre il 12 toccherà a tutte le altre classi dello stesso istituto. La scuola Ipssct “Garrone” accoglierà gli alunni a partire dal 10 settembre e il liceo scolastico statale “Fermi”, infine, sarà attivo dal 15 settembre.

SOSPENSIONE LEZIONI: Le lezioni saranno sospese per tutti il primo novembre 2014, l’8 dicembre e dal 23 dicembre al 6 gennaio 2015 (ad eccezione della Pastor Bonus, la Carella-Losito, l’istituto Einaudi e l’istituto Garrone che saranno chiusi anche il 22 dicembre), il 9 febbraio 2015 (San Sabino, festa patronale), dal 2 al 7 aprile (festività pasquali), il 25 aprile (unica eccezione la scuola Carella- Padre Antonio Maria Losito sarà chiusa anche il 24 aprile), l’1 e 2 maggio e l’1 e 2 giugno 2015.

TERMINE LEZIONI: Tutte le scuole per l’infanzia chiuderanno l’anno scolastico il 30 giugno 2015, ad eccezione della Giovanni XXIII, che anticiperà la chiusura al 9 giugno; il 9 giugno chiuderanno anche tutti gli istituti comprensivi di Canosa e l’istituto Einaudi, mentre il liceo Fermi terminerà le lezioni il 6 giugno e l’istituto Garrone il 4 giugno 2015.

Inoltre, gli studenti canosini tornando a scuola, quest’anno troveranno qualche bella novità. Presso il plesso scolastico Mauro Carella – ha sottolineato Facciolongo -, è stato infatti finalmente attivato, grazie ai fondi comunali, il tanto richiesto servo-scala che permetterà ai disabili collocati nel padiglione scolastico al I piano, di raggiungere i locali della mensa a piano terra, e partecipare così appieno alla vita scolastica”.

Anche sugli altri plessi scolastici del territorio, come già precedentemente detto, si interverrà grazie ai finanziamenti garantiti dal piano governativo per l’edilizia scolastica: “Nello specifico, la misura “scuole sicure”, porterà alla scuola Bovio un finanziamento di quasi 300mila euro, per manutenzione straordinaria sul tetto dell’edifico; mentre diverse istituzioni scolastiche, grazie al progetto governativo “scuole belle”, hanno ottenuto direttamente quasi 173 mila euro per far fronte a svariate piccole esigenze di adeguamento strutturale dei plessi”, ha aggiunto l’assessore alla Pubblica Istruzione.

Prosegue intanto l’azione dell’Amministrazione La Salvia nella razionalizzazione dell’utilizzo dei plessi scolastici, che, siamo sicuri, non potrà che avere, a brevissimo termine, una ricaduta positiva sull’utenza – ha concluso Facciolongo -. Questo è il quadro complessivo delle istituzioni scolastiche canosine all’inizio del nuovo anno, frutto della volontà di perseguire un unico obiettivo: continuare a fornire, anche in un periodo economicamente difficile come questo, un servizio il più possibile efficace alla formazione dei cittadini del futuro”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here