Barletta, inaugurato “Green Bat” 2014: al via i forum tematici con l’energia

0
443

Si è parlato di emissioni acustiche ed odorigene, della complessità tecnica e delle soluzioni giurisprudenziali nel primo appuntamento degli Stati Generali dell’Ambiente, la tre giorni promossa dalla Provincia di Barletta – Andria – Trani, in programma a Barletta da oggi fino a sabato 17 maggio.

«Gli Stati Generali dell’Ambiente sono un momento importante per il nostro territorio, utili prima di tutto a raccontare le attività realizzate dalla Provincia in materia ambientale nel corso di questi cinque anni, ma anche a verificare il lavoro da farsi – ha esordito l’Assessore alle Risorse Naturali, Politiche Ambientali e Difesa del Suolo della Provincia di Barletta – Andria – Trani Gennaro Cefola -. La Provincia è sempre stata impegnata in prima linea nel sensibilizzare i cittadini sulle buone pratiche per la tutela dell’ambiente. Purtroppo è sotto gli occhi di tutti l’abbandono indiscriminato di rifiuti, cosa che non può farci piacere in considerazione della vocazione turistica del nostro territorio.

In questi anni abbiamo raccolto risultati egregi: molte delle nostre città hanno avviato la raccolta differenziata porta a porta con numeri soddisfacenti; grazie alla nostra iniziativa sui Centri di Raccolta degli olii esausti, abbiamo raccolto oltre 4 tonnellate di olii esausti domestici che diversamente sarebbero stati sversati nel nostro mare; abbiamo preso provvedimenti pesanti per quanto riguarda i depuratori, non rinnovando le autorizzazioni e favorendo l’intervento della Procura della Repubblica che ha sequestrato alcuni impianti (oggi in corso di potenziamento); grazie ad un protocollo d’intesa con l’Enel stiamo incentivando l’utilizzo di mezzi elettrici contro l’inquinamento; con “Ambientiamoci”, da due anni stiamo favorendo la pulizia di spiagge pubbliche, strade provinciali ed abbiamo lanciato una forte campagna di sensibilizzazione ambientale specialmente tra i più giovani. Fino ad arrivare alla ciliegina sulla torta di questi giorni – ha concluso l’Assessore Cefola -, con il mare di Margherita di Savoia, solo qualche anno fa aggredito dalla famigerata schiuma, fresco del prestigioso riconoscimento della “bandiera blu”».

«Abbiamo ereditato una situazione non facile, la stiamo affrontando senza nascondere la polvere sotto il tappeto – ha aggiunto il Dirigente del Settore Ambiente, Rifiuti e Contenzioso della Provincia Vito Bruno -. Stiamo dando spazio a tutte le possibili iniziative, dando informazione e comunicazione a tecnici, professionisti, ordini professionali e cittadini. Tutto questo in un momento di grande instabilità istituzionale, legato al riordino delle Province che inevitabilmente condiziona l’agire degli uffici. Ma non ci stiamo risparmiando: non a caso un’indagine condotta da Italia Oggi ha posto la nostra Provincia al dodicesimo posto in Italia per le politiche ambientali».

Domani, venerdì 16 maggio, doppio appuntamento sul tema dei rifiuti. Alle 9.00, convegno dal titolo “Terre e rocce da scavo”, a cura dell’Ordine dei Geologi della Puglia. Dopo i saluti istituzionali del Presidente della Provincia di Barletta – Andria – Trani, Francesco Ventola, e dell’Assessore provinciale alle Risorse Naturali, Politiche Ambientali e Difesa del Suolo, Gennaro Cefola, interventi della geologa, progettista e consulente Linda Collina, sul quadro normativo operatività in materia di gestione di terre e rocce da scavo, del Dirigente dell’Unità Operativa Complessa Acqua e Suolo dell’Arpa Puglia Domenico Gramegna, sulle problematiche tecnico-giuridiche nell’applicazione del Decreto Ministeriale 161/2012, dell’Ingegnere Ambientale dello Studio Associato Idra Laura Bretti, sull’applicazione della normativa nei contesti regionali, e del Segretario del Consiglio dell’Ordine dei Geologi della Puglia Tiziana De Razza.

Nella sessione pomeridiana, alle ore 16.00, spazio al seminario sul Sistema Rifiuti, pianificazione, autorizzazione ed eco-reati. Introduzione dei lavori a cura del Prefetto della Provincia di Barletta – Andria – Trani Clara Minerva. Seguiranno gli interventi del Procuratore Capo del Tribunale di Trani Carlo Maria Capristo, sulla gestione illecita di rifiuti, tecniche e modelli di repressione, del Presidente della prima Commissioen Affari Costituzionali della Camera dei Deputati On. Francesco Paolo Sisto, sul “new deal” dei reati ambientali fra principi costituzionali ed apparenza politica, del Vicepresidente nazionale di Legambiente Stefano Ciafani, sui delitti contro l’ambiente nel codice penale, di Vito Felice Uricchio del Cnr-Irsa, sui controllo ambientali ed il contrasto ai traffici illeciti di rifiuti, di Salvatore Simone dell’Università degli Studi di Bari sul rifiuto quale bene comune, del Dirigente del Settore Ambiente, Rifiuti e Contenzioso della Provincia Vito Bruno, sulle aspirazioni della pianificazione e gli ostacoli nella localizzazione degli impianti, e del Presidente del Club Emas ed Ecolabel Puglia Gian Maria Gasperi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here