Andria, nuovo corso formativo contro i maltrattamenti infantili

0
448

La dirigente del Settore,  avv. Ottavia Materaha spiegato: “Sarà un corso di formazione intensivo finalizzato a verificare ed aggiornare le prassi operative già descritte nelle Linee Guida comunali sul maltrattamento e l’abuso intrafamiliare, redatte dai nostri tecnici nel 2010, con una attenzione particolare alle situazioni di violenza di genere”.

Andria, infatti, è stato il primo Comune della Regione a dotarsi di una Equipe Multidisciplinare sull’abuso e maltrattamento infantile, formalmente costituita nell’ottobre 2009, con la predisposizione di apposite “Linee Guida” in uso a tutti i servizi pubblici del territorio (scuole comprese) che indicano come attivarsi nel caso in cui si rilevino segnali di violenza e maltrattamento in danno di minori.

La formazione coinvolgerà tutti i servizi che ormai stabilmente si occupano di trattare le numerose segnalazioni di maltrattamento, ossia i Servizi sociali comunali, i servizi territoriali della ASL (Consultorio Familiare, Centro di salute mentale, neuropsichiatria infantile),  Forze dell’Ordine (Polizia e Carabinieri).  Alcune azioni formative, inoltre, coinvolgeranno anche altri servizi che possono essere il primo terminale di rilevazione della violenza: Pronto Soccorso, Reparto pediatria e ambulatorio di Ginecologia dell’Ospedale Bonomo, scuole di primo e secondo grado, servizi del terzo settore.

Tutti gli operatori, con la consulenza di esperti di livello nazionale, si confronteranno sulle prassi operative attivate in ogni fase del problema: nella rilevazione dei primi segnali e sintomi; nell’ accertamento degli episodi e dei danni provocati; nella segnalazione e denuncia all’autorità giudiziaria; nella protezione delle vittime; nel lavoro di cura, sopratutto psico-sociale e relazionale.

Le azioni formative saranno realizzate presso l’auditoriun della RSA “Madonna Della Pace”, secondo 2 moduli  da tenersi tra fine maggio  e giugno 2014.

“Siamo convinti – afferma l’Assessore alle politiche sociali, avv. Magda  Merafina –  che per prevenire e contrastare un fenomeno per sua natura diffuso e sommerso, sia necessario rafforzare le competenze degli operatori che, a vario titolo, intercettano le situazioni di fragilità, violenza, maltrattamento e abuso, e sostenere il sistema-rete istituzionale che agisce le opportune risposte di aiuto e protezione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here