Marcia per la Vita a Roma, aderisce l’Arcidiocesi: lettera di Mons. Pichierri

0
355

Già in altre occasioni – prosegue Mons. Pichierri –  ho avuto modo di rivolgere la mia riflessione sulla vita, partendo dai recenti auguri pasquali inviativi con un messaggio il cui titolo è significativo “Si alla vita”. In esso, tra l’altro, dicevo, “Dal modo di vivere senza Dio esala un fetore di morte, una nausea della vita malata, indebolita dal mal costume, dall’impero di un ‘io’ che si fa ‘dio’. La Pasqua del Signore Gesù porta in noi il vero Dio e ci dà la capacità di vivere ‘divinamente’ ”.

La missiva poi si apre ad un’analisi della situazione contemporanea in ordine alla vita: “Viviamo tempi in cui si assiste di certo ad una particolare attenzione alla dignità umana, ma molti sono i segni che contrastano questo orizzonte di tutela e di promozione del valore della vita. Numerose le tendenze culturali e poi giuridiche in atto che la legano alle congiunture del momento, che la cosificano e la mercificano, che ne riconoscono solo alcuni aspetti mentre altri non sono considerati, che la collocano in uno stato di sudditanza alle nuove frontiere delle tecniche nel campo della biotecnica.

Ben vengano iniziative come questa della “Marcia per la Vita”, promossa da numerose associazioni ecclesiali e laiche, allo scopo di tenere desta la grande verità per la quale la vita umana è sacra, inviolabile, dal suo concepimento alla sua naturale conclusione.

Significative a proposito le parole di Papa Francesco nella Evangelii Gaudium: “La sola ragione è sufficiente per rico­noscere il valore inviolabile di ogni vita umana, ma se la guardiamo anche a partire dalla fede, ‘ogni violazione della dignità personale dell’es­sere umano grida vendetta al cospetto di Dio e si configura come offesa al Creatore dell’uomo’” (213)”.

E, concludendo, l’Arcivescovo afferma:  “So che nelle parrocchie è stato diffuso il materiale relativo alla Marcia della vita  2014. Vogliate diffonderlo tra i gruppi e tra i fedeli tutti, invitando alla partecipazione all’evento.

Nell’incoraggiare i sostenitori della Marcia, alcuni dei quali provengono dalla nostra Chiesa diocesana, assicuro per essi e per i partecipanti la mia preghiera, invocando nel contempo la benedizione del Signore”.

La ​Marcia per la Vita, promossa da numerose associazioni cattoliche e laiche, riunite in un Comitato per la Marcia Nazionale per la Vita, vuole essere “il segno dell’esistenza di un popolo che non si arrende e vuole far prevalere i diritti di chi non ha voce sulla logica dell’utilitarismo e dell’individualismo esasperato, sulla legge del più forte. Con la Marcia per la Vita intendiamo: affermare la sacralità della vita umana e perciò la sua assoluta intangibilità dal concepimento alla morte naturale, senza alcuna eccezione, alcuna condizione, alcun compromesso; combattere contro qualsiasi atto volto a sopprimere la vita umana innocente o ledere la sua dignità incondizionata e inalienabile”.

 Referente territoriale:

Valerio Duilio Carruezzo, cell.3475074496,

mail: valeriocarruezzo@tiscali.it

wwww.marciaperlavita.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here