Provincia Bat, Sportello Europa: consulenza su vari bandi

0
281

Lo Sportello offrirà consulenza per i bandi “Mise (Ministero Sviluppo Economico) Start-Up del Mezzogiorno digitali e/o tecnologiche Azione Start”, Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca” e “Misure straordinarie per la promozione dell’occupazione Inps”.

Il bando “Mise (Ministero Sviluppo Economico) Start-Up del Mezzogiorno digitali e/o tecnologiche Azione Start” prevede aiuti in favore delle piccole imprese innovative costituite da non più di 6 mesi dalla data di presentazione della domanda o persone fisiche che intendono costituire una piccola impresa innovativa. L’impresa deve avere sede sociale ed operativa nel territorio di una delle Regioni tra Campania, Calabria, Puglia e Sicilia. “Start” prevede contributi a fondo perduto e servizi reali a sostegno di programmi di investimento realizzati da nuove imprese, che vogliono operare nell’economia digitale o che realizzano investimenti a contenuto tecnologico, finalizzati a valorizzare economicamente i risultati della ricerca pubblica o privata. La selezione avverrà “a sportello” a partire dal 4 settembre 2013, con procedura on-line (fino ad esaurimento dei fondi).

Il bando “Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca” finanzia la costruzione, l’ammodernamento o ampliamento delle banchine per migliorare la sicurezza delle operazioni di sbarco o carico, la ristrutturazione o ammodernamento di porti e luoghi di sbarco, la realizzazione di impianti per la fornitura di carburante, ghiaccio, acqua ed energia elettrica e la costruzione o l’ammodernamento di piccoli ripari di pesca. Saranno beneficiari del bando i comuni afferenti al Gac (Molfetta, Bisceglie e Giovinazzo).

Il Gac “Terre di Mare” ha previsto per tale Azione risorse finanziarie pubbliche pari ad 180.000,00 euro. La scadenza prevista per la presentazione delle domande di aiuto è il 28 dicembre 2013.

Quanto, infine, alle “Misure straordinarie per la promozione dell’occupazione Insp”, al fine di promuovere forme di occupazione stabile di giovani fino a 29 anni di età ed in attesa dell’adozione di ulteriori misure da realizzare anche attraverso il ricorso alle risorse della nuova programmazione comunitaria 2014-2020, è istituito in via sperimentale un incentivo per i datori di lavoro che assumano, con contratto di lavoro a tempo indeterminato, lavoratori di età compresa tra i 18 ed i 29 anni e che rientrino in una delle seguenti condizioni: siano privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi; siano privi di un diploma di scuola media superiore o professionale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here