Barletta, seminario nazionale Anaci “La riforma delle professioni”

0
310

Dopo i saluti di Pietro Membri, presidente nazionale Anaci, e di Ugo Calò, presidente provinciale di Anaci Bat, prenderà la parola Leonardo Caruso che spiegherà perché aderire al “Progetto Apq”, illustrandone gli aspetti pratici. Francesco Venunzio, poi, presenterà i prodotti di “Anaci Italia servizi”. Marco Lombardozzi presenterà il volume “Amministratori condominiali e sistema di gestione per la qualità”. Giuseppe Merello farà degli accenni sulla riforma in tema di contabilità e Claudio Belli approfondirà la legge sulle professioni non organizzate per quanto concerne gli amministratori condominiali e i nuovi strumenti di tutela dei consumatori. Seguirà il dibattito.

 Per l’occasione, giungeranno a Barletta da tutta Italia numerosi associati Anaci, la maggiore organizzazione di categoria. L’incontro è aperto a tutti.

 Il terzo seminario nazionale Anaci progetto qualità (Apq) intende affrontare la legge sulle professioni non regolamentate. Le associazioni e i certificatori, infatti, hanno ora un compito molto importante ed una grande responsabilità nei confronti della collettività, perché entrambi sono chiamati a garantire non soltanto l’applicazione delle norme sulla qualità, ma anche l’attuazione degli strumenti di tutela dei consumatori e degli utenti.

Nello stesso testo del progetto di legge si rinvengono, infatti, specifici riferimenti alla tutela degli utenti del servizio e questo è il segno che la certificazione di qualità sta andando ben oltre i suoi obiettivi, come il miglioramento continuo dell’organizzazione professionale, per abbracciare nuove forme di tutela preventiva dei destinatari del servizio.

In questa prospettiva, Anaci è testimone privilegiata di un processo di trasformazione del “sistema” delle certificazioni di qualità che sarà sempre di più, nei prossimi anni, anche uno strumento di riduzione delle asimmetrie informative a tutela del mercato e dei consumatori.

La politica per la qualità, promossa da Anaci, risulta essere perfettamente in linea con gli orientamenti del legislatore italiano posto che moltissimi associati Anaci, su impulso dell’associazione stessa, hanno già conseguito la certificazione Uni 10801:1998, dedicata in modo specifico agli amministratori condominiali ed immobiliari. Inoltre, sono state predisposte, di recente, le “Linee guida per la certificazione di sistema”, ai sensi della norma tecnica Uni en iso 9001:2008.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here