Provincia Bat, incontro con Comuni e Ordine Ingegneri Bat su enti locali e figure professionali

0
184

Con un particolareggiata nota contenente anche toni provocatori trasmessa ai Comuni della Bat ed alla Provincia nel mese di febbraio, l’Ordine degli Ingegneri aveva evidenziato le difficoltà burocratiche e le diverse opportunità fornite da recenti normative poco utilizzate dagli enti locali che, invece, possono costituire preziose occasioni per il lavoro e lo sviluppo economico.

«Piano Casa, Conto Energetico, Open Data, fondi comunitari, mercato delle competenze e dei bisogni, parco progetti, procedimentazione e riduzione dei tempi burocratici per le certificazioni ed altri ancora, sono tanti i temi su cui poter intervenire a sostegno dell’attuale situazione di crisi in cui ai condizionamenti esterni si aggiungono talune inefficienze o lungaggini burocratiche non estranee anche alla componente tecnica responsabile dell’attuazione delle previsioni di legge – ha sottolineato Vincenzo Bacco, Presidente dell‘Ordine provinciali degli Ingegneri della Bat -. L’utilizzazione concreta di queste opportunità e la definizione compiuta degli strumenti urbanistici possono veramente costituire occasioni utili a smuovere la situazione».

In risposta all’appello dell’Ordine degli Ingegneri, il Sindaco di San Ferdinando di Puglia Michele Lamacchia e l’Assessore all’Urbanistica e Pianificazione strategica del Comune di Andria Luigi Di Noia hanno rimarcato come la classe politica locale stia cercando di fare il possibile, nonostante i limiti normativi e finanziari che stanno ingessando il sistema pubblico (dai vincoli sulle opere pubbliche, all’abbassamento del limite di indebitamento, passando per la riduzione oramai insostenibile del personale di cui disporre, che riducono sempre di più la capacità di intervento della mano pubblica).

«Proprio perché diverse sono le situazioni degli Enti Locali – ha aggiunto sintetizzando il Presidente della Provincia Francesco Ventola – vanno fatti incontri singoli con ogni Comune per verificare città per città gli obiettivi e le iniziative da attivare opportunamente. La Provincia farà la parte propria (ricordo il ruolo di rilievo del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale ormai in fase avanzata di definizione), sia per semplificare le procedure burocratiche, sia per essere di aiuto ai nostri enti locali. Abbiamo già una struttura specifica che monitorizza opportunità e finanziamenti europei da noi efficientemente utilizzata; offrire anche all’esterno questo servizio per enti, cittadini ed imprese è sicuramente utile e possibile. Ma abbiamo istituito di recente anche il portale “iBat“, che tanto può offrire grazie ai numerosi canali tematici, al Contact Center, alle campagne informative su temi ed eventi di interesse. Suddiviso in progetti strutturali e territoriali, il portale multicanale iBat comprende il Sistema Informativo Territoriale, il Contact Center ed il Sistema Amministrativo Provinciale, oltre a specifiche aree per la green economy ed i green Job. Tutti strumenti pensati per agevolare ed essere a servizio in maniera utile, moderna ed innovativa» ha poi concluso Ventola.

Per il prosieguo sarà predisposta una bozza di documento d’intesa utile ad orientare il confronto con i singoli enti locali e per elaborare protocolli operativi da indirizzare alla Regione Puglia ed agli organismi esterni, ai fini della semplificazione delle autorizzazioni, delle certificazioni e di ogni altro adempimento burocratico, che continuano ad ingessare/impedire il sistema delle relazioni pubblico-privato, con svantaggi collettivi.

Altre iniziative saranno un seminario sulle opportunità in campo energetico e l’attivazione delle procedure “Open Data”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here