Proposta di legge “Otto per mille alla Ricerca”: le ragioni del promotore Enzo Mellano

0
289

Una proposta di legge alla cui base vi è un  incondizionato amore per il proprio Paese, una proposta che mira a destinare l’8×1000 proprio al sovvenzionamento della ricerca: consentire, cioè, a circa il 60% dei contribuenti, che abitualmente non condividono e non devolvono a nessuna delle attuali possibili destinazioni l’ 8×1000 (religioni e Stato), di poter fare una scelta diversa, utile come lo è la ricerca scientifica.

Questa opportunità di alto profilo sociale, è possibile realizzarla nell’interesse di tutti modificando la Legge 20 maggio 1985 n. 222. La proposta di legge, inoltre, è a costo zero per lo Stato, in quanto il Promotore mira a fare aggiungere la “Ricerca Scientifica” nel modulo per la dichiarazione dei redditi, per sfruttare in modo utile a tutti  circa la metà del gettito 8×1000 che i contribuenti non assegnano a nessuno perché, presumibilmente, non condividono nessuna delle attuali opzioni di scelta.

Inoltre, spesso si dimentica che nel caso in cui il contribuente decida di non devolvere a nessuno il suo 8×1000, questo, comunque, viene assegnato a qualcuno: questo avviene grazie a una clausola discutibile della legge che disciplina l’8×1000, che recita così: “In caso di scelte non espresse da parte dei contribuenti, la destinazione si stabilisce in proporzione alle scelte espresse”. Ogni anno, oltre la metà del gettito 8×1000 viene impiegato da destinatari e per scopi non graditi ai contribuenti.

Le considerazioni del Promotore, le ragioni di questa iniziativa, sono racchiuse in poche parole: “Perché la ricerca è utile a tutti”. Attualmente alla petizione in atto, oltre ai privati che aderiscono on-line (già circa 92.000), aderiscono  anche gli enti pubblici elettivi, con delibera di consiglio. I sindaci interessati possono chiedere informazioni al Promotore. Per ulteriori informazioni consultare il sito  www.ottopermilleallaricerca.it o inviare una mail a  propolegge@virgilio.it.

 

Michele Noviello

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here