Andria, lavori Istituto “Lotti” al via in estate: gli interventi

0
253

Attualmente, il “Lotti” prevede una dotazione di aule insufficiente per coprire tutto il fabbisogno dell’utenza scolastica.

«In ragione della carenza di aule al “Lotti” di Andria – ha spiegato l’Assessore all’Edilizia Scolastica della Provincia di Barletta – Andria – Trani Domenico Campana -, siamo stati costretti ad allocare uno dei corsi dell’Istituto, l’ottico, presso alcuni locali del plesso che ospita le sedi distaccate del “Colasanto”, del “Nuzzi” e dell’”Archimede”, in Via Vecchia Barletta. Questo immobile, di notevoli dimensioni ed in locazione da parte della Provincia, rappresenta un costo annuo oneroso non indifferente per il nostro bilancio. Con la realizzazione delle nuove aule da destinare all’ottico, non sarà più necessaria la locazione dell’immobile, centralizzeremo le attività didattiche in un’unica sede e ridurremo i costi di locazione dell’immobile privato che oggi sosteniamo».

Il progetto, come detto, prevede la riqualificazione e il recupero di alcuni ambienti dislocati al piano terra nella vicinanza della palestra.

Attualmente, tali spazi sono poco utilizzati per la loro effettiva destinazione d’uso. Le mutate esigenze dell’Istituto hanno determinato la necessità di adibire, seppure temporaneamente, alcuni ambienti ad aule provvisorie. E’ il caso per esempio di uno dei locali destinati a spogliatoi e adibiti all’occorrenza ad aula.

L’intervento prevede dunque l’eliminazione dei locali spogliatoi per docenti e alunni in sostituzione di aule didattiche.

Il blocco dei servizi igienici per alunni verrà mantenuto, seppure ristrutturato, per far spazio anche a due servizi igienici per disabili direttamente accessibili dal corridoio di distribuzione.

Gli interventi sono riassumibili in demolizioni di tramezzature e rimozione di pavimenti e rivestimenti dell’intera area, ristrutturazione del blocco bagni, rifacimento di pavimenti, rivestimenti, tinteggiatura completa di pareti e soffitti, integrazione dell’impianto di riscaldamento e rifacimento degli impianti elettrico e idrico-sanitario.

Costo complessivo degli interventi ammonta a 125mila euro.

[nggallery id=565]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here