Barletta, resoconto III Convegno ALBA “Il trapianto e la qualità di vita “

0
553

Un incontro formativo, presentato dal dottor Luigi Doronzo, chirurgo e Presidente Alba, nel corso del quale sono intervenuti anche il consigliere regionale dott. Ruggiero Mennea, l’avv. Nicola Ruta e l’avv. Michele Dibenedetto, che hanno partecipato non in qualità di politici, ma come cittadini e amici del dottor Doronzo.

L’incontro è stato introdotto da Lucia Guaglione, consigliera Alba, che ha tenuto a precisare:” L’associazione Alba  nasce dalla sensibilità del dottor Doronzo, in quanto come trapiantato ha sentito la necessità di creare sul territorio un luogo per tutti coloro che siano legati dal trapianto.”

Il fulcro del convegno è stata la relazione sul Trapianto di organi e la qualità di vita; l’incontro moderato dal Dottor Fasanella Egidio, Direttore Medico U.O. Anestetista e Rianimazione P.O. Barletta, è entrato nel vivo toccando la problematica della qualità di vita dopo il trapianto con l’intervento del Dottor Abrescia Antonio, Dirigente Medico U.O. Rianimazione Barletta Diplomato TPM, Team Work per la donazione di organi e tessuti P.O. Barletta. Il Dottor Abrescia ha chiaramente spiegato come ” Il concetto di Qualità di vita, in pazienti trapiantati, non è solo in termini biologici o di quantità ma si tratta anche di qualità relativa agli aspetti psicologici, familiari, sociali e lavorativi, dopo un trapianto d’organo l’obiettivo da perseguire non è “sopravvivere ” ma ” vivere ” e questo porta ad ottimizzare la qualità di vita” .

Il dottor Doronzo è un esempio lampante di come la vita possa essere dopo un trapianto, ma in aula c’erano anche altri trapiantati come la signora che per caso mi si è seduta accanto e mi ha raccontato tutta la sua esperienza e il suo vissuto; con una naturalezza e una tenacia incredibile mi ha raccontato tutta la sua esperienza con il trapianto al cuore, o il signor Amelio Paparella, anch’egli trapiantato, vice-presidente Alba, con una convivenza con il trapianto difficile, che ha raccontato ai presenti la sua esperienza.

Ad occuparsi del versante psicologico la Dottoressa Vincenza Bizzoca e la dottoressa Maria Cafagna, medico e consigliere Alba. Presenti in aula tanti giovani, studenti o semplicemente interessati alla medicina, ma anche tanta gente che ha subito un trapianto e che ha deciso di aderire all’associazione Alba proprio per non sentirsi sola e per condividere la propria esperienza positiva di trapianto perché, come ha detto il Dottor Abrescia ,” il trapianto ci permette di restituire la vita alle persone”.

[nggallery id=413]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here