Barletta, “Ravona, Voce del verbo amare: uscire dalla violenza si può” a cura del centro “Giulia e Rossella”

0
265

Per l’occasione, verranno anche approfonditi e analizzati gli “Strumenti di tutela e prevenzione della violenza di genere e spunti di criticità” argomentazioni che nel pomeriggio, alle ore 17, daranno adito ad un dibattito aperto fra esperti e il pubblico presente.

L’evento, organizzato dall’ osservatorio centro antiviolenza Giulia e Rossella di Barletta, rientra in un progetto ben più ampio denominato “Ravona  – Rete Antiviolenza Nazionale- Potenziare i Centri, rafforzare le donne” realizzato  mediante il contributo  dell’ Avon Foundation for Women.

“Ravona” è una rete che comprende, oltre all’osservatorio d Barletta,  ben  altri 10 centri Antiviolenza aderenti  anche all’Associazione Nazionale “D.i.Re- Donne in rete Antiviolenza –  a sua volta comprendente ben 60  Centri Antiviolenza  presenti in tutta Italia.

All’evento, moderato dal giornalista Giovanni Matera, saranno presenti oltre alla presidente dell’osservatorio Giulia e Rossella, Tina Arbues,  e al Dirigente Scolastico IPSIA Archimede Barletta, Anna Ventafridda, anche  varie  personalità di spicco legate  all’aspetto  culturale, legale e psichico  mediante i  quali il tema della violenza verrà  affrontato: la Dott.ssa Rita Saraò  approfondirà  gli “Aspetti culturali del fenomeno della violenza maschile sulle donne  e le disparità di potere tra donne e uomini nella società”, il Dott. Cosimo Cannito invece discuterà  su “l’importanza  di una formazione specifica sul fenomeno della violenza alle donne per il personale sanitario impiegato nel Pronto Soccorso e  delle Forze dell’Ordine”, l’Avv. Maria Cristina Capurso e l’ Avv. Prof. Giuseppe Losappio  approfondiranno piuttosto le questioni legali inerenti  “I tempi della giustizia: tutela civile e tutela penale a confronto” e infine la Dott.ssa Claudia Ciccarelli analizzerà l’aspetto psichico indotto dalla violenza ovvero “Il legame traumatico e le conseguenze a lungo termine”.

La giornata sarà poi  allietata non solo dalle poesie  a tema, di Teodora Mastrototaro  narrate da Maria Filograsso e Massimo Zaccaria, ma anche dall’esposizione  di una mostra di manufatti artigianali realizzati dalle beneficiarie del corso (nonché utenti dell’osservatorio) , “Impara L’arte e non metterti da parte” promosso dalla sesta provincia in collaborazione con l’IPSIA Archimede di Barletta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here