Provincia Bat, nuovo portale “Sintesi”: bacheca online con offerte di lavoro

4
1791

Il portale renderà disponibili, tra l’altro, il manuale dell’utente e le modalità di registrazione, consultazione e presentazione delle candidature per il lavoro.

L’innovazione tecnologica finalizzata a favorire l’occupazione nella Provincia Barletta Andria Trani è stata promossa dall’Assessore alle Politiche del Lavoro, alla Formazione Professionale ed alla Pubblica Istruzione – Pompeo Camero.

Previa registrazione on-line sarà possibile per il cittadino: visualizzare il sito e candidarsi alle offerte di lavoro gestite dai nostri CpI e pubblicate sul portale; inserire/modificare/stampare il proprio curriculum vitae; visualizzare/stampare la propria scheda anagrafica/professionale; attivare/revocare il proprio C.V.; visualizzare le candidature.

È possibile intanto accedere al sistema digitando l’indirizzo http://sintesi.provincia.bt.it/portale e di seguito una procedura guidata, aiuterà nella registrazione. Prima di accedere al portale, sarà necessario inserire le credenziali che rilascia allo sportello od a mezzo e-mail il CpI di appartenenza.

Oltre che modificare il proprio C.V., visualizzarlo, stamparlo, sarà possibile anche visualizzare e stampare la propria scheda anagrafica/professionale, gestita dai Centri per l’Impiego. Si ricorda che il C.V. inserito in questo servizio offerto dalla Provincia BAT, non corrisponde alla scheda professionale certificata dai Centri per l’Impiego. Per aggiornare i dati anagrafici/professionali di quest’ultima sarà comunque necessario recarsi personalmente presso il CPI di appartenenza.

Alla fine della procedura di autocandidatura, se il C.V. sarà corrispondente ai criteri di ricerca, sarà cura delle Aziende interessate, nonché del Centro per l’Impiego di appartenenza, contattare direttamente l’aspirante lavoratore. Di seguito, si potranno inserire i dati relativi ad esperienze acquisite, al livello di istruzione raggiunto, alla formazione di cui si è in possesso, alle lingue conosciute e parlate, alle abilitazioni informatiche, alle competenze acquisite, alle professioni desiderate, alla disponibilità ed agli eventuali vincoli.

Sarà opportuno presentare sinteticamente i tratti salienti del proprio profilo professionale, il tipo di occupazione desiderata ed i punti di forza della propria candidatura. Se il curriculum risulterà di interesse per imprese od enti, il Centro per l’Impiego, prima di divulgarlo contatterà l’utente interessato.

“Con quest’ulteriore iniziativa, la nostra Amministrazione Provinciale continua a distinguersi nel panorama nazionale per l’elevato grado di efficienza raggiunto, nel predisporre ogni strumento utile a favorire l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro; il servizio offerto dai Centri per l’Impiego, sarà in grado di aggiornare il data-base della “Borsa Lavoro” con estrema rapidità, prendendo in carico i curricula dei candidati, elemento preziosissimo per garantire alle imprese scelte e selezioni accurate, nella ricerca di personale qualificato”, ha dichiarato Camero.

4 COMMENTI

  1. DESIDERO AVERE INFORMAZIONI PER OFFERTE DI LAVORO COME DA CURRICULUM REGISTRATO PRESSO LA VOSTRA SEDE.GRAZIE!

  2. CONGRATULAZIONI PER LA VOSTRA PROPSTA INNOVTIVA, ma purtroppo per risolvere la crisi nel mondo del lavoro si dovrebbe tornare un pò indietro. Prima di creare un sito cerca lavoro, servirebbe isegnare che cosa è il lavoro, oppure la dedizione al lavoro.So che quello che sto per scrivere non puo andare bene per tutti, però tutti potranno valutarla. Avendo tolto hai raggazzi la possibilità di conoscere il mondo del lavoro in un età più tenera; gli si è tolta la possibilità di scegliere se la loro dedizione fosse quella del lavoro oppure quella per lo studio. Così si è abbassata sia la qulità dello studio sia la qualità del lavoro.

  3. Cari signori della politica, io dico che quando Sansone sta bene ai fatti suoi, tutti quelli come noi ultra cinquantenni oltre ai ragazzi che sono senza lavoro muoiono di fame dimenticati senza speranza di un avvenire o un futuro. Ma vengo al dunque tutto incominciò quando tutti i centri per l’impiego oggi, furono trasformati da uff. di collocamento obbligatorio ieri a centri per l’impiego oggi; e qui che casca l’asino, aziende che fanno il bello o il cattivo tempo con le assunzioni con la scusa di collocare gente che abbia professionalità nel campo richiesto e pregressa esperienza in campo, a tutto ciò si aggiunge la crisi grazie ai signori Massoni e gli speculatori compresi che fanno il bello e il cattivo tempo di chi deve vivere e chi deve morire nel mondo, caso strano gli USA della crisi all’abbondanza a spese di altri, chi ne ha fatto le spese? Ok lo lascio immaginare a voi, comunque non ci dobbiamo meravigliare se poi la gente da i numeri o andremo prima poi a finire male come la Grecia Romania Bulgaria Francia noi Italiani Germania ecc. la crisi si è fatta sentire in tutta l’Europa purtroppo e gli USA ci sguazzano. Chissà perché, e si, i proverbi dei nostri antenati non si sbagliano mai, si stava bene quando si stava peggio almeno si viveva tutti bene. “NB un mio sfogo di libero pensiero.” Ma perché non fare leggi che tutelano tutti i cittadini riguardo il lavoro cosi come la nostra costituzione assicura? E tornare ai vecchi uff. di collocamento obbligatorio la quale la gente si recava e trovava lavoro in poco tempo? la formazione poi spetta all’azienda che assume l’individuo in base alle sue esigenze almeno quelli che anno già un età al di sopra dei 50 anni e non tutti anno bisogno di fare corsi specifici alle richieste di lavoro, detto fatto.

LASCIA UN COMMENTO