Barletta, bando contributo fitto casa 2011: domande entro il 16 novembre

0
252

Durata del bando: dal 23 ottobre 2012 al 16 novembre 2012.

Possono partecipare:

i conduttori di immobili a titolo di abitazione principale, residenti nel comune di Barletta, accatastati con caratteristiche di edilizia economica popolare alla categoria  A3 – A4e con una superficie utile non superiore a 95 mq. e che non abbiano vincoli di parentela con il locatore;

i nuclei familiari con 6 persone ed oltre che occupano alloggi la cui superficie utile non superi  119 mq.

i lavoratori autonomi che versano in situazioni di particolare debolezza sociale analiticamente riportate nel bando di concorso.

Gli extracomunitari che risiedono da almeno 10 anni in Italia ovvero almeno 5 anni in Puglia (Legge n.133 del 06/08/08);

Il bando di concorso e i modelli di domanda sono disponibili presso:

Ufficio per la Casa – viale Marconi, 31 (telefono 0883/310662/661 – fax 0883/310633);

Ufficio Relazioni con il Pubblico – corso Vittorio Emanuele, 94 (telefono 0883/578464-578488);

Sito internet Comune di Barletta – Settore Manutenzioni – Ufficio Casa (www.comune.barletta.bt.it);

Per la compilazione della domanda i cittadini possono rivolgersi ai sindacati e associazioni di appartenenza presenti sul territorio.

Tempi e modalità (Entro il 16 novembre 2012):

le domande dovranno essere indirizzate al Comune di Barletta – Ufficio per la CASA – viale Marconi, 31 – e depositate, pena l’esclusione, al Settore Manutenzioni – Ufficio Casa, entro le ore 13 del 16 novembre 2012, o essere spedite a mezzo raccomandata A/R entro il 16 novembre 2012 (farà fede il timbro postale di spedizione).

Cosa si allega:

1. Copia del contratto di locazione regolarmente registrato per l’anno 2011;

2. Copia ricevuta di versamento della tassa di registro per l’anno 2011 (nel caso il contratto non sia stato registrato a inizio anno deve essere allegata, altresì, la copia della tassa di registro dell’anno precedente), oppure comunicazione del locatore relativa all’applicazione del regime della cedola secca (D.lgs. 23/2011);

3. Copia della dichiarazione dei redditi (Mod. CUD – 730 – UNICO/2012) del nucleo familiare relativa ai redditi percepiti nell’anno 2011. Inoltre vanno dichiarati gli emolumenti, indennità (disoccupazione e mobilità), pensioni, sussidi (assegno di mantenimento, di maternità, di cura, 3 figli ecc…, fatta eccezione dell’indennità di accompagnamento), a qualsiasi titolo percepiti, ivi compresi quelli esentasse;

4. certificazione dell’assistente sociale che attesti che il soggetto richiedente fruisce di assistenza dei Servizi Sociali del Comune, oppure dichiarazione relativa alla fonte accertabile del reddito che contribuisce al pagamento del canone, oppure, nel caso sia altro soggetto a fornire sostegno, autocertificazione del medesimo che attesti la veridicità del sostegno fornito e l’ammontare del reddito percepito nell’anno 2011, che deve essere congruo rispetto al canone versato;

5. Attestato della Commissione Provinciale comprovante lo stato di handicap (67%) per i lavoratori autonomi;

6.       Copia documento di riconoscimento del richiedente, in corso di validità.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here