Margherita di Savoia, Provincia Bat e tour Agorà: resoconto

0
206

L’incontro, inizialmente previsto per lo scorso 30 agosto, fu rinviato a causa dell’improvviso lutto che colpì il comune margheritano, in seguito alla scomparsa dell’ex Assessore Francesco Saverio Russo. Oltre al Vicesindaco salinaro Giuseppe Sarcina ed al Presidente della Provincia Francesco Ventola, sono intervenuti il Consigliere provinciale di Margherita di Savoia Bernardo Lodispoto e diversi Amministratori provinciali e comunali.

«Ben vengano iniziative di questo tipo – ha esordito nel suo saluto introduttivo il Vicesindaco Sarcina – perché servono a riprendere un dialogo con i cittadini in un momento in cui imperversa l’antipolitica. Il comune di Margherita è sempre stato tra i principali fautori della nascita della Provincia, che in questi anni ha sempre spalancato le proprie porte mantenendo un dialogo proficuo con l’Amministrazione comunale».

«Siamo qui per spiegare alla gente quello che l’Amministrazione provinciale ha fatto o non ha fatto in questi anni – ha invece spiegato il Presidente della Provincia di Barletta – Andria – Trani Francesco Ventola – ma soprattutto per tutelare un territorio che il Governo centrale ha deciso di abolire senza neanche consultare i cittadini. Chiudere le Province significa chiudere contestualmente Prefetture, Questure, Comandi provinciali delle forze armate e dei Vigili del Fuoco, uffici periferici e tanto altro ancora. Chi andrà domani ad erogare questi servizi?».

Intanto, la domanda più ricorrente tra i cittadini è se sia meglio optare per l’accorpamento a Foggia piuttosto che per l’adesione alla Città Metropolitana di Bari. «Accorparsi a Foggia sarebbe quantomeno un paradosso – ha spiegato il Presidente Ventola -. Il nostro territorio e quello di Foggia hanno conformazione, storia e tradizioni completamente diversi. Inoltre, Foggia è oggi la Provincia con la maggiore estensione territoriale in Italia ed in caso di accorpamento della Bat diventerebbe addirittura più grande, ad esempio, dell’intera Regione Basilicata. Aderire alla Città Metropolitana di Bari, invece, significherebbe, per un territorio che per anni ha lottato per la propria autonomia, tornare ad essere considerati periferia o cittadini di serie B».

Al termine dell’incontro il Presidente della Provincia di Barletta – Andria – Trani ha illustrato i principali interventi realizzati in questi anni nel comune salinaro. «All’Ipssar Alberghiero di Margherita di Savoia abbiamo destinato circa 3 milioni di euro per l’adeguamento sismico della struttura e per la realizzazione di nuove aule e cucine. Ancora, potendo individuare una sola struttura da candidare al Pon Sicurezza (nell’ambito del Progetto Quadro “Io Gioco Legale”), abbiamo optato proprio per i terreni dell’Ipssar, ottenendo un finanziamento di oltre 500mila euro per la realizzazione di un campo polivalente coperto dove i giovani margheritani potranno svolgere attività sportive in piena sicurezza. Infine – ha poi concluso Ventola – quando la Regione ci ha chiesto di indicare alcune degli interventi prioritari da finanziare sulle nostre strade provinciali, non potevamo dimenticarci della Sp 5 “Delle Saline”, nel tratto da Margherita a Zapponeta, i cui lavori di messa in sicurezza ammonteranno a circa 6milioni di euro, con cofinanziamento della Provincia per il 10%».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here