Andria, raccolta differenziata porta a porta: primo bilancio dell’Amministrazione

2
410

L’utenza sta verificando nei fatti che il nuovo servizio è operativo dal 1° settembre, che non c’è stato alcun ritardo nel suo avvio, che le modalità di conferimento vanno rispettate e che la novità assoluta dello stesso servizio comporta delle difficoltà che tutti insieme (utenti, operatori di nettezza urbana ed Amministrazione Comunale) vogliono e devono superare.

In questi giorni è stata poi quasi completata –  a beneficio dei residenti compresi nelle ultime aree che ne erano ancora prive – la distribuzione dei kit alle utenze domestiche ed è in via di completamento quella per le utenze non domestiche.

L’impresa Sangalli è impegnata, e lo sarà sino a completamento, nelle operazioni di recupero dei rifiuti indistinti lasciati per terra dalla vecchia ditta nei giorni precedenti il passaggio al nuovo servizio e nella bonifica delle discariche abusive. Il personale sta dunque raccogliendo e bonificando i siti dove si sono accumulati i rifiuti e presto completerà anche il recupero dei vecchi contenitori – per questo è prevista un’operazione straordinaria nella notte tra oggi e domani, martedì.

In questi giorni, dunque, è in atto una complessa attività finalizzata a porre a regime le nuove modalità di raccolta dei rifiuti con la contemporanea eliminazione dei vecchi contenitori divenuti, in alcuni casi limitati, depositi non conformi di rifiuti di ogni tipo.

A sentire l’amministrazione, dunque, la raccolta porta a porta sta funzionando, pur tra comprensibili difficoltà legate alla complessità del nuovo servizio, quasi dovunque nel rispetto degli orari di conferimento e di  quelli di ritiro.

E’ a pieno regime anche l’attività dei due sportelli informativi attivati, dall’assessorato all’Ambiente,  in piazza dei Bersaglieri e viale Orazio, dove gli utenti si stanno recando per avere dettagli e altri particolari sul servizio, per esempio sul conferimento di pannoloni e pannolini che può comunque avvenire, fino alla distribuzione della busta specifica, nel contenitore di rifiuti secchi.

In conclusione,  le difficoltà non mancano, ma l’impresa, che può vantare una lunga e diffusa esperienza in tutta Italia, le considera normali, fisiologiche e destinate ad essere superate in tempi brevi.

L’impresa avverte anche che i contenitori spostati più avanti rispetto al numero civico e con il coperchio aperto sono il segnale che sono stati svuotati e che nelle mastelle il  manico è all’insù per evitare l’intervento di cani e gatti randagi.

“Non sottovalutiamo le difficoltà iniziali, ma non dobbiamo neppure enfatizzarle-spiega l’ass. Lotito. Abbiamo informato capillarmente la città, incontrato associazioni, amministratori condominiali, comitati di quartiere, utenti comuni e tutti stanno dando la loro mano per fare di Andria un comune pilota nel territorio, all’altezza della sua fama di città pulita ed ordinata. E la nostra attività di informazione e sensibilizzazione non si ferma. Incontreremo ancora la città nelle scuole, nei quartieri, nei condomini”.

 

2 COMMENTI

  1. Sono due giorni che metto la spazzatura davanti alla porta e nn passa nessuno …in via SS SALVATORE c’e gente che paga regolarmente le tasse.. il numero verde nn funziona allora…come mi devo regolare…raggiungere l’altra parte della città per gettarle…ho abbiamo diritto anche noi al servizio????Capisco i ritardi ma nn passarci proprio…nn è tollerante!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here