Canosa di Puglia, rassegna film “Nuovo cinema Battistero”

0
495

L’Amministrazione comunale– ha dichiarato l’assessore all’Archeologia e Turismo, Sabino Facciolongo -, attraverso la rassegna cinematografica, che conta quattro appuntamenti e che si svolge in suggestive location archeologiche, intende offrire a tutta la cittadinanza ed ai numerosi concittadini emigrati che hanno fatto ritorno nella città natia, un motivo in più per allietare le serate estive, nell’intento di mostrare, accanto ai film, girati tutti nel Sud Italia e con protagonisti pugliesi o della vicina Basilicata, le bellezze dei siti archeologici, che possono essere visitati anche con il prezioso ausilio delle guide turistiche della cooperativa “Dromos”.

L’iniziativa si pone come particolarmente qualificante dal punto di vista culturale anche perché nella nostra città, come è ormai noto, da anni manca un cinema e dunque essa può fungere da volano per una nuova consapevolezza di tale carenza da parte dei nostri concittadini, foriera di eventuali impegni in tal senso da parte della nostra Amministrazione”.

Con la rassegna – ha aggiunto il consigliere comunale con delega allo Spettacolo, Antonietta Cristiani, – si intende creare quella atmosfera di armonia tra gli spettatori che possono godere dello spettacolo cinematografico, in un modo inconsueto, ovvero tra i resti dell’antico Battistero. La cultura, l’archeologia e lo spettacolo diventano così la cifra caratterizzante dell’estate canosina insieme alla tipicità dei nostri prodotti”. L’ingresso alle manifestazioni cinematografiche è gratuito.

 Dopo il successo del primo appuntamento, che si è svolto lo scorso 29 luglio nell’area archeologica “San Leucio” , con la proiezione del film di Ferzan OzpetekMine Vaganti”, è la volta del lungometraggio “Basilicata coast to coast” che sarà proiettato sul maxischermo del Battistero San Giovanni, giovedì 9 agosto alle ore 21.00.

Il film del 2010, girato in Basilicata, è diretto da Rocco Papaleo e prodotto da Isabella Cocuzza e Arturo Paglia, distribuito dalla “Eagle Pictures e “Paco Cinematografica”. La sceneggiatura è stata scritta da Valter Lupo. Questo film segna il debutto di Rocco Papaleo nelle vesti di regista e di Maz Gazzé come attore. Il film ha vinto due “Nastri d’argento 2010”, per “il miglior regista esordiente e “la migliore colonna sonora”, e tre David di Donatello 2011, per “il miglior regista esordiente”, “il miglior musicista e “la migliore canzone originale (“Mentre dormidi Max Gazzè e Gimmi Santucci).

TRAMA (coomingsoon.it): Basilicata coast to coast è una commedia musicale, un viaggio denso di imprevisti e di incontri inaspettati che porta una combriccola di musicisti a mettersi in viaggio per partecipare al Festival del teatro-canzone di Scanzano Jonico, attraversando a piedi la Basilicata, dal Tirreno allo Ionio, lungo il tragitto che dà il titolo al film. Il viaggio avrà per tutti un valore terapeutico. Basilicata coast to coast è una commedia corale, picaresca e canterina, malinconica e stralunata, che tra gag esilaranti, sagaci dialoghi e amare constatazioni di vita, prende quota per crescere ininterrottamente fino all’epilogo a sorpresa.

Domenica12 agosto, presso il Battistero “San Giovanni” alle ore 21.00, sarà proiettato il film “Che bella giornata”, una commedia del 2011 interpretata dal comico Checco Zalone e diretta da Gennaro Nunziante. Si tratta del secondo film che vede il comico pugliese recitare come protagonista, dopo “Cado dalle nubi del 2009, diretto sempre da Nunziante.

TRAMA (coomingsoon.it): Milano. Checco (Checco Zalone), security di una misera discoteca della Brianza, a causa del pericolo di attentati che richiede misure straordinarie per i luoghi a rischio, si ritrova a lavorare come addetto alla sicurezza del Duomo di Milano. In poco tempo e grazie alle sue spiccate capacità intellettuali che provocano infiniti malintesi, Checco diventa la vera minaccia al patrimonio artistico italiano e presto ci si rende conto di non aver fatto un grande affare ad assumerlo. Ma Checco incontra Farah, una studentessa d’architettura che si finge francese e se ne innamora. Farah in realtà è araba ed è a Milano per portare a termine la sua personalissima vendetta.

Mio cognato”, la commedia di Alessandro Piva del 2003, sarà proiettato domenica 19 agosto, alle 21.30 sempre nella splendida cornice del Battistero “San Giovanni”. Girato a Bari, è interpretato da Sergio Rubini e Luigi Lo Cascio.

TRAMA (coomingsoon.it): Quando a Vito, impiegato tranquillo e pignolo, viene rubata la macchina al battesimo del figlio della sorella, tocca al suo poco amato cognato Toni passare la notte a cercarla con lui nei vicoli della Bari vecchia. Toni, infatti, è piuttosto disinvolto e oltre agli amici borghesi ha strane frequentazioni nel sottobosco più malfamato della città. Alla fine della nottata i due cognati avranno imparato a loro spese a conoscersi meglio ma anche a rispettarsi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here