Andria, Orto botanico torna all’antico splendore: presentazione in Provincia

0
266

Sono previsti interventi del presidente dell’Enap Puglia, Nunzio Mazzilli, degli assessori alle Politiche agricole e forestali ed alla Formazione professionale della Bat, Domenico Campana e Pompeo Camero, del Direttore tecnico del Gal, Paolo de Leonardis, del presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli. Le conclusioni saranno affidate al sindaco di Andria e presidente del Gal, Nicola Giorgino. Seguirà una visita guidata all’Orto botanico ed un brindisi augurale alla nuova vita del grande polmone verde andriese.

Poco meno della metà delle 1200 ore del corso sono state dedicate agli stages, che con una felice intuizione l’Enap ha voluto in larga parte dedicare a riportare in vita un patrimonio ambientale di valore inestimabile, trovando nel Comune di Andria, attuale proprietario dell’Orto botanico, un partner entusiasta e sensibile.

I corsisti, guidati dagli agronomi Vincenzo Bisogno, Giuseppe Colia e Antonio Memeo, si sono così dedicati con impegno e passione ad un lavoro che da un lato ha favorito l’acquisizione di un’alta specializzazione professionale, presupposto fondamentale per un concreto reinserimento lavorativo, e dall’altro la valorizzazione di un importante bene socioculturale da riconsegnare alla fruibilità di tutta la comunità cittadina, peraltro senza gravare di un euro sulle casse comunali.

L’Orto botanico era uno dei fiori all’occhiello dell’Istituto tecnico Agrario provinciale “Umberto I°” fino ai primi anni ’90. Poi è stato abbandonato al proprio destino e, nel passaggio della scuola dalla Provincia di Bari a quella Barletta – Andria – Trani, è finito nel patrimonio del Comune di Andria.

L’idea dell’Enap ed il lavoro dei corsisti passano adesso nelle mani del Gal “Le città di Castel del Monte”, che ha chiesto ed ottenuto di prendere in consegna l’Orto botanico con l’impegno di promuoverlo a tutti i livelli e rilanciarlo nella sua naturale e riconquistata bellezza.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here