Barletta, convegno Acli su “Donne e lavoro: percorso a ostacoli”: foto

0
463

Un incontro, patrocinato dalla locale Amministrazione e organizzato dal Coordinamento Donne del Circolo ACLI “Ciccio Sfregola” di Barletta in sinergia  con Confindustria Bari e BAT, Confesercenti BAT e Confcommercio Barletta, durante il quale sono intervenuti vari esponenti  legati al mondo dell’associazionismo imprenditoriale, della politica territoriale e dell’ambito cattolico, tra i quali: Monsignor  Giovan Battista Pichierri, Vescovo della Diocesi di Trani Barletta Bisceglie, l’ Assessore Regionale alle Politiche Sociali e Pari Opportunità Elena Gentile, il Presidente Confindustria Barletta Andria Trani Cosimo Santoro, il Direttore Confesercenti BAT Raffaele Mario Landriscina, il Presidente Confcommercio Barletta Francesco Divenuto, il Responsabile Regionale Coordinamento Donne ACLI Gianluca Budano, e il sindaco Nicola Maffei.

Il dibattito, moderato da Stefania Cardo, Responsabile Regionale Coordinamento Donne ACLI, si è aperto ricordando le cinque giovani donne scomparse a causa del crollo in via Roma lo scorso 3 ottobre 2011, divenute ormai emblema dello stridente e attuale  binomio esistente tra donne e lavoro; il Coordinamento donne ACLI cittadino, che ha del resto sede in quella via, persegue pertanto l’obiettivo di accompagnare le giovane donne, in possesso di qualsiasi titolo di studio, nell’iter burocratico formativo e anche piscologico che attiene tutto ciò che riguardi la ricerca di un lavoro o nuove idee imprenditoriali.

“Non bisogna mai arrendersi “ è uno dei tanti slogan che il coordinamento Acli ha voluto propagandare  a tutte le  donne presenti in sala e non solo , affinché diano slancio alla propria identità sociale e lavorativa. Tante le testimonianze raccolte in un video proiettato durante la serata, con il quale Acli ha voluto rendere note  le condizioni di disagio emotivo oltre che economico che molte donne barlettane, laureate e non, sono costrette a vivere giorno dopo giorno a causa di un sistema sociale privo di politiche attive a favore delle donne.

[nggallery id=212]

“L’uomo è il seme la donna è la terra” – ha affermato monsignor Pichierri –l’organizzazione sociale deve mirare al bene comune”. Quali le prospettive di crescita? è uno degli interrogativi posti al centro del dibattito per il quale è intervenuto Cosimo Santoro della Confindustria Bat sostenendo a tal proposito che:  “ Bisogna puntare sul settore Moda, Calzaturiero  specie quello dell’infortunistica , e sul Turismo, settori per i quali il nostro territorio offre un alto potenziale di posti di lavoro. Il mio invito è rivolto alle istituzioni affinché  al più presto si tenga un consiglio comunale monotematico nel quale intervengano anche le rappresentanze Acli per porre in luce i problemi e le opportunità esistenti in questi settori.  Solo creando sintonia tra associazioni e istituzioni ci potranno essere nuove opportunità di lavoro anche per le donne.”

Landriscina della Confesercenti  BAT ha evidenziato invece il ruolo sempre più rilevante che il Franchising sta avendo negli ultimi tempi specie per il decollo del settore abbigliamento, nel quale molte donne possono trovare un iniziale trampolino di lancio:  “ Il franchising offre alle donne un know out e una formazione molto ampie –  ha commentato il direttore della  Confesercenti .
“L’azzeramento dei fondi per le politiche sociali a livello nazionale è sintomo del fatto che la democrazia indietreggia così come indietreggia il futuro delle donne –  ha sottolineato l’assessore Gentile–  La donna è una risorsa fondamentale per il nostro sistema socio economico e per la crescita del PIL”.

Gianluca Budano presidente regionale ACLI , ha infine concluso il dibattito ribadendo la necessità di “creare un nuovo partenariato socio economico con le istituzioni basato sulla concertazione , continuando allo stesso tempo quel Welfare di sviluppo  sulla scia di quanto fatto a livello regionale dall’ assessore Gentile.”

 

Dora Dibenedetto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here