Barletta, Liberincipit presenta “Rock sentimentale” di Patrizia Rinaldi

0
317

“Molte voci per raccontare una realtà dalle mille facce”: questo il sottotitolo che l’autrice napoletana ha voluto dare al suo ultimo lavoro, dedicato al mondo adolescenziale di due 16enni partenopei che vivono un’ incomprensione sentimentale tra rock e metal dei giorni nostri.

Il testo narra la storia di Moo, un adolescente che vive nelle periferie di Napoli e così soprannominato per il suo consueto modo di rispondere usando l’ intercalare “Moooo!” ( “Adesso!”, in napoletano). Moo è un ragazzo che gioca a fare il duro sin dall’infanzia, e all’età di 16 anni resta talmente imprigionato nel suo “personaggio” al punto da odiare tutto ciò che assurge all’esempio di regola e disciplina, come  la scuola.  Di contro, ama invece la musica rock e il metal, suona il basso e canta con una band insieme al suo migliore amico Pisolo, nonché tastierista.

Anche Pisolo è un soprannome, in quanto il tastierista lavorando la sera fino a tardi nella pizzeria del padre, al mattino a scuola fatica a tenere gli occhi aperti per il sonno;  ma all’improvviso  a svegliare il cuore di Pisolo sarà la bella Ludovica che irromperà nell’amicizia tra i due ragazzi. Moo è convinto che Ludovica deluderà Pisolo, pertanto metterà in atto un piano per evitare una quasi certa sofferenza sentimentale al suo amico.

Un giorno, mentre Pisolo è a casa in seguito all’esplosione della pizzeria del padre – probabilmente causata dalla criminalità del posto – Moo, senza molte remore , esce con la carismatica Ludovica e si sente attratto da lei; nasce così un fraintendimento che incrina l’amicizia dei due ragazzi.

Il lieto fine è dovuto alla sorella di Moo, che farà riavvicinare i due ragazzi rendendoli consapevoli della propria  maturità.

Dora Dibenedetto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here